Buongiorno dottore,1 mese e mezzo fa sono stata operata di colecistici in laparoscopia con un ricovero ospedaliero piu' prolungato del solito (16 gg.) per qualche problemino pre-operatorio. Ho perso 6 Kgs. in 16 gg. e prima dell'operazione mi e' stato effettuato un elettrocardiogramma del quale ricordo solo che avevo 76 battiti al minuto.Dopo 15... Leggi di più gg. di convalescenza ho ripreso il lavoro e la mia vita normale. Premetto che sono una persona ansiosa e ogni tanto nel corso di un anno faccio ricorso ( sono stretto parere medico ) all'uso di blandi ansiolitici ( alprazolam 0,25 mg. ). E' da circa 2/3 settimane che ogni tanto ho i battiti del cuore accellerati e ogni tanto avverto delle estrasistoli. Sono molto preoccupata e mi agito molto per questa cosa provandomi la pressione e i battiti ogni volta che mi trovo a casa. Appena me li provo arrivano anche a 90/92 poi mano a mano che continuo a provarmi la pressione scendono fino ad arrivare tra 75/82 mentre se me li provo al mattino appena sveglia oscillano tra i 67 e 72 Il mio medico dice di smetterla di provarli e che si tratta sicuramente un sintomo post-traumatico ( intervento di colecisti ) e che se ci fosse qualcosa di grave come penso io i battiti sarebbero alti anche alla mattina e non calerebbero mano a mano che mi provo la pressione, e soprattutto che un elettrocardiogramma eseguito in ospedale 1 mese e mezzo fa avrebbe rilevato qualsiasi problema o aritmia. Io continuo ad essere molto preoccupata e a provare i battiti e la pressione in continuazione. mi puo' dire il suo parere per cortesia ? grazie.