Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

30-11-2012

Buongiorno,sono un paziente di 44 anni.non ho mai

Buongiorno,Sono un paziente di 44 anni.Non ho mai sofferto di coliche renali.In una recente ecografia addominale, mi è stato riscontrato un "piccolo calcolo di mm. 3 al terzo medio del rene dx".Finora non ho avuto alcun sintomo.Premettendo che già abitualmente bevo molta acqua al giorno (più di 3 litri), desideravo sapere se:1) si tratta d'un referto ecografico preoccupante;2) devo aspettarmi una (sicura) colica renale per espellere il calcolo, oppure è possibile che il medesimo venga espulso senza che io me ne accorga;3) se sia controindicato bere acqua "dura" (io sono romano, dove l'acqua contiene molto calcio);Grato per l'attenzione, Vi invio cordiali saluti
Risposta
Gentile Signore, in linea di massima l'ecografia tende a sovrastimare le dimensioni dei calcoli renali, pertanto una concrezione di 3 mm è molto probabile che sia poco più che un granello di sabbia. Inoltre, è altrettanto probabile che questo micro-calcolo non sia libero nell'urina, ma ancora attaccato alla superficie interna del rene. Pertanto, le possibilità di una sua migrazione sono abbastanza remote, ed ancor di più è improbabile che sia in grado di dare disturbi. Se veramente beve così tanta acqua sta facendo già quanto necessario per evitare che il calcolo diventi più grande. Per quanto riguarda le qualità dell'acqua, sappia che è ormai accertato quanto il contenuto di calcio non sia influente sul rischio di calcolosi, anzi, nelle zone in cui l'acqua è molto "dolce" la calcolosi è senz'altro più frequente. A questo riguardo, se desidera, le consiglio la lettura di questo articolo http://www.medicitalia.it/minforma/Urologia/1212/La-calcolosi-renale-e-il-dilemma-dell-acqua-Quanta-quando-e-quale-bisogna-bere dove l'argomento viene approfondito in modo semplice ma esauriente. Saluti
TAG: Reni e vie urinarie | Urologia
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!