24-06-2016

Caduta dei capelli abbondante e prolungata

Gentili dottori, scrivo in merito ad un problema che mi assilla. Sono una ragazza di 33 anni, sono in buone condizioni di salute a parte alcuni noduli tiroidei totalmente asintomatici che tengo sotto regolare controllo senza assumere farmaci. Assumo pillola Diane da quasi due anni a causa di un problema di pelle e capelli estremamente grassi uniti ad acne del viso. Tale trattamento si è rivelato estremamente efficace, l'acne è sparita del tutto ed il problema della pelle oleosa si è ridotto notevolmente. Tuttavia, dopo circa 3 mesi dall'inizio dell'assunzione della pillola, ho iniziato a riscontrare una fortissima caduta dei capelli. C'è da dire che, nello stesso periodo in cui ho iniziato l'assunzione di tale pillola, è iniziato per me anche un periodo di fortissimo stress che si è prolungato fino ad un paio di mesi fa e che, con l'aiuto di una psicologa, pare si stia risolvendo.

Non so se uno dei due fattori citati possa aver contribuito a scatenare questa forte caduta dei capelli, fatto sta che il problema persiste da oltre un anno e mezzo. Per fortuna non si notano segni di diradamento, per quanto, facendo la coda, la trovo più sottile rispetto al passato. Un dato positivo è una grande ricrescita di capelli nuovi che si notano particolarmente sulla fronte, e su tutta l'estensione della testa soprattutto quando, appena lavati, si sollevano spuntando tra gli altri. Non ho ancora chiesto un consulto ad un medico, ma parlando con la mia parrucchiera, lei mi ha detto che pensa siano "i capelli nuovi che spingono via quelli vecchi". Questo appare verosimile data la grandissima quantità di capelli nuovi come descritto sopra e mi auguro davvero che sia cosi'! È possibile che si verifichi un fenomeno del genere? Se si, cosa potrebbe averlo causato? Ringrazio di cuore chi mi risponderà!
Risposta di:
Dr.ssa Sonia Maria Devillanova Dottore Premium
Specialista in Dermatologia e venereologia e Tricologia
Risposta
Il suo caso, da come lo descrive, sembrerebbe un telogen effluvium cronico, legato al periodo di stress, e anche alla diane, che nei primi mesi può determinare una caduta, per poi iniziarei suoi effetti.
Tenga presente che i capelli in fase di morte, ossia in telogen, normalmente restano ancorati al cuoio capelluto per circa un anno e solo quando il nuovo bulbo è pronto il capello cade. Quando abbiamo periodi di stress, o problemi tiroidei, anche se ben compensati, oppure a causa di farmaci, l'organismo tende a preservare gli organi nobili, cuore, cervello e muscoli e porta in fase di morte una percentuale superiore di capelli, rispetto al 20% che normalmente abbiamo. Paradossalmente, detto questo, quando i capelli iniziano a cadere la causa scatenante principale è in via di risoluzione. Siccome è preferibile prevenire piuttosto che curare, io fossi in lei una visita dermatologica la farei, la visione del cuoio capelluto tramite dermatoscopia ci conferma la diagnosi, così come il pul test, e spesso un supporto vitaminico appropriato accella la ricrescita dei capelli e ne diminuisce la caduta. Inoltre dovendo in futuro abbandonare Diane, deve essere seguita per evitare peggioramenti.
Le porgo cordiali saluti
Dr.ssa Sonia Devillanova
TAG: Capelli e peli | Dermatologia e venereologia