21-02-2018

Calcolo rene

Nel mese di novembre scorso ho effettuato un'ecografia al rene sx dalla quale è emersa la presenza di un calcolo di 10 mm.

In una precedente ecografia (anno 2015) il calcolo è risultato essere di 16 mm e a livello corticale. Le chiedo se un calcolo a livello corticale e non midollare puo', comunque, generare una colica renale.

Grazie

Risposta

E' poco verosimile che i calcoli "diminuiscano" di dimensioni nel tempo, almeno in modo così evidente.

Pertanto, prima di esprimere qualsiasi giudizio su evoluzione e possibili trattamenti è indispensabile che la situazione sia definitivamente chiarita con l'esecuzione di una TAC dell'addome senza mezzo di contrasto. A

l di là di questo, un calcolo presente in sede corticale, ovvero verosimilmente contenuto in un calice, è più lontano dall'imbocco dell'uretere, pertanto ha possibilità relativamente minori di scatenare una colica.

S tratta però di una mera probabilità, sulla quale è poco consigliabile scommettere.

TAG: Adulti | Anziani | Disturbi dell'apparato uro-genitale | Esami | Radiodiagnostica | Reni e vie urinarie | Urologia
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!