Ciao a tutti sono un uomo di 49 anni e da più di 30 anni soffro di ansia generalizzata con ipocondria e crisi acute d'ansia e di panico e anche fobie e osessioni con continua pensiero della morte e di morire.Purtroppo in Italia la psicoterapia costa troppo e per me che abito in provincia di Brescia diventa difficile per il mio magro stipendio... Leggi di più trovare un piscoterapeuta a buon mercato che mi aiuti a uscire da questa situazione assurda e ultimamente inaccettabile.La vita stà diventando molto difficile su piano emotivo e psicologico mi sento sempre angosciato allarmato per la mia salute sempre in stato di paura e in attesa di poter morire da un momento all'altro per cui qualsiasi cambiamento che il mio corpo durante la giornata subisce io lo vivo come un allarme che sia la volta buona di morire per cui non vi dico in che stato stò vivendo e come peso anche sulla mia famiglia a livello a volte di rapporti umani quando poi di notte sopratutto mi sveglio di colpo e mi assale l'attacco acuto di panico e mi sembra di morire e di impazzire tanto che una volta volevo scappare fuori dalla porta e giù dalle scale e mia moglie mi voleva giustamente fermare perchè erano le 2 di notte e i vicini dormivano e avevo svegliato mia figlia ma l'attacco era così forte che mi sentivo il cuore in gola a velocita fortissima mi sentivo gelato tutto il corpo con difficoltà di respiro senso di angoscia profonda e disperazione totale che non mi passava e allora senza aggorgermi come una bestia infuriata perchè volevo scappare ho stretto il braccio di mia moglie procurandogli un ematoma dal terrore che vivevo in quel momento.Questa non è vita, la qualità della vita stessa e quasi zero se ti fanno compagnia queste crisi se ti senti come sdoppiato in corpo e nell'anima se ti guardi allo specchio e non ti riconosci se pensi all'universo e ti prende un paura enorme e non capisci chi sei dove sei perchè ci sei.Questa non è vita se quando vai a letto ti senti strano ti fai mille domande con le ossessioni che ti rimbalzano nella testa e ti inginocchi per pregare e pensi male contro Dio preghi per un amico o un conoscente e ti viene da pensare male su di lui allora devi rifare il rito ringinocchiarti e pensare il bene e allora possono passare minuti o ore e tu sei schiavo dell'ossessione continua che non ti lascia nemmeno ragionare o pensare ad altro perchè vorresti ma il tarlo di quel pensiero ti tiene ingabbiato e allora non riesci più a studiare a ragionare perchè le ossessioni tengono la tua mente prigioniera e limitata.Ci sono a volte momenti che mi viene il pensiero di buttarmi giù dalla finestra per dare fine a questo incubo ma non ho coraggio amo la vita anche se a volte diventa più difficle vivere che morire e mi sembra che tutto sia inutile se dobbiamo morire e ogni giorno che passa ne abbiamo uno in meno e che senso ha???????????????Volevo anche chiedere se per questo mio disturbo è meglio una psicoterapia breve strategica o la terapia cognitivo comportamentale.Per favore qualcuno mi aiuti a trovare soluzione a questo incubo e a uscire da questo tunnel grazie.