Logo Paginemediche
L’ESPERTO RISPONDE

Da circa un mese soffro di doloretti (non li

Da circa un mese soffro di doloretti (non li definirei dolori veri e propri) sparsi qua e là nel quadrante destro superiore dell'addome (sotto le costole e dal fianco destro fino allo sterno) e più in basso.... tali doloretti si riflettono posteriormente, scappando da una parte all'altra senza avere una presenza fissa..... In alcuni momenti sembrano quasi assenti (da seduto) e in altri momenti ricompaiono ad improvvide piccole fitte (in piedi). Unico punto che definirei più sensibile e stabilmente fastidioso è poco sotto le costole, a 3 o 4 centimetri a destra dello sterno. In quel punto effettivamente il doloretto in certi momenti si accentua e sento come una piccola fitta...... in quel momento ho una certa dolorabilità nel palpare la zona sottosternale..... Aggiungerei che al mattino mi sveglio con un leggero ma insistente dolore dietro la schiena, al centro esatto della colonna (stomaco o schiena non saprei dirlo!), che cessa appena mi alzo o poco dopo.... Mai avuto diarrea in vita mia.... ho invece un po' d'Ansia e.... una certa familiarità con i Calcoli biliari (entrambi i genitori operati). Ecografia epatica di un paio d'anni fa negativa..... Che mi dite? Devo riprendere a fare analisi per cercare un fantomatico calcolo biliare, il mio Stomaco potrebbe avere delle colpe o .... la mia sensibilità ai richiami del mio corpo è così elevata che sento doloretti che altri non sentirebbero??? Non credo di essere matto, piuttosto mi definirei infastidito! Ultima nota : ultimamente, come non mai, fame e digestione perfette. Perdonatemi se sono stato prolisso! Grazie in anticipo. Saluti!
Risposta del medico
Dr. Fegato.com
Dr. Fegato.com
E’ necssario che si sottoponga ad esami di accertamento per chiarire la natura del suo disturbo. In primo luogo va effettuata una ecografia addominale, in quanto quella eseguita un paio di anni fa è ovviamente troppo datata. Le ipotesi diagnostiche più probabili nell’interpretazione della sua sintomatologia devono far considerare una eventuale patologia colecistica oppure renale oppure da sofferenza, eventualmente “funzionale” del colon. E’ invece da escludere una eventuale compromissione del fegato, in quanto le patologie epatiche non si presentano solitamente mediante i sintomi da lei descritti.
Unisciti ad una community di oltre 50mila persone per ricevere sconti esclusivi e consigli di salute dai nostri esperti.
Ho letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali
Cerca un medico nella tua città
Specialista in Gastroenterologia e Epatologia
Roma (RM)
Specialista in Gastroenterologia e Epatologia
Cagliari (CA)
Contatta il migliore specialista nella tua città
Specialista in Medicina interna e Gastroenterologia
Spinea (VE)
Specialista in Medicina interna e Gastroenterologia
Cagliari (CA)
Specialista in Epatologia e Medicina interna
Roma (RM)
Contatta il migliore specialista nella tua città
Specialista in Medicina interna e Epatologia
Siracusa (SR)
Specialista in Gastroenterologia e Epatologia
Napoli (NA)
Specialista in Gastroenterologia e Medicina interna
Pisa (PI)
Contatta il migliore specialista nella tua città
Specialista in Gastroenterologia e Epatologia
Crotone (KR)
Specialista in Gastroenterologia e Medicina interna
Prov. di Modena