Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

27-11-2018

Da febbraio 2018 la mia vita è cambiata per sempre, varie tipologie di problematiche mai avuto e nessuna risposta, dalle tonsille, a febbri ricorrenti, reflussi, distensioni e sensazioni di aghi nell'addome, faringite cronica e molto altro che approfondir

Buongiorno a tutti, mi introduco, sono un maschio italiano di 21 anni ,e da marzo la mia ita è cambiata per sempre con un susseguirsi di problematiche, tra l'altro alcune variate nel tempo, mentre alcune rimaste invariate dall'insorgenza delle stesse. Precedentemente al primo esordio di problemi che ora vi descriverò sono sempre stato in salute e gli unici fattori di rischio che penso possano essere utii comunicarvi sono puntura di zecca senza terapia, un rapporto non protetto e febbricole un po' più frequenti rispoetto a molti altri venendo a contatto con freddo o disidratazione, fumo. -17 febbraio 2018 Il tutto iniziò con un'episodio febbrile di un paio di giorni sui 38, seguito da circa 2 settimane di catarro e sinusite direi abbastanza abbondanti. -In concomitanza con catarro ecc ho subito un blocco intestinale durato circa 6 o 7 giorni causato da un errata alimentazione mista alla probabile disidratazione data dalla febbre, curata con lassativi movicol e portolac, nel durante di questo blocco ho iniziato ad avertire forti sudorazioni notturne, senso di confusione e malessere psicofisico, temperatura corporea sui 35.2 .(eseguita radiografia) -Nel "periodo di blocco" Noto un ingrossamento della tonsilla sinistra senza placche, non dolente. -Circa qualche giorno dopo la risoluzione del blocco (anche se ho continuato ad avere scompensi intestinali e perciò continuato a prendere lassativi ogni volta che tardavo di qualche giorno ad andare in bagno) Iniziai a prendere Neoduplamox per la tonsilla a richiesta del mio medico per 12 giorni (Non avrà poi avuto nessun effetto). -Nel periodo d'assunzione dell'antibiotico noto un periodo di benessere a parte un giorno di febbre a 38, e qualche sbalzo umorale, psichico, direi con certezza non suscitato da una suscettibilità ai fatti, ne da una possibile ipocondria, o comunque a mio parere nato da un fattore più fisico che mentale. -12 marzo circa Negli ultimi giorni d'assunzione antibiotico noto gonfiore e distensione addominale mai notati prima, sensazone di aghi nell'addome come se avessi ingoiato un ago e fosse bloccato in quel punto in basso a sinistra dell ombelico e sensazione di formicolii sempre in quella zona ma un po' più diffusi( penso possa essere utile comunicare che qualche giorno prima durante l'assunzione ho bevuto alcool e superalcolici per due giorni e fumato marijuana una volta contemporaneamente poichè era il mio compleanno).(andato due volte in PS ma mandato via ,poichè non ritenevano emergenza anche se non hanno mai eseguito diagnostica d'immagine). -Il periodo di distensione e conseguente alterazione umorale andrà avanti per qualche mese, la sensazione di aghi per un po' di più e si ripresenterà in caso di fumo a stomaco vuoto, fumo marijuana(attualmente eliminato da mesi), sensazione di disidratazione. -NOTA IMPORTANTE Per circa 10/14 giorni,ho avuto una grande depressione fisico/mentale, intendo dire che provavo solo emozioni di tristezza, depressione forte e confusione tale da non riconoscere le emozioni ch eprovavo come mie e SOPRATTUTTO nate da me, ma provenienti da qualche fattore o scompenso fisico, escludo categoricamente qualsiasi causa ansiogena e/o personale, qualcosa mi stava rendendo diverso, avevo davvero paura per questo motivo, ne ero impotente e mi sono passate in pochi giorni in concomitanza all'assunzione di BBTONIK e SwisseB, questi sintomi sono ora passati, ma sono stati i peggiori, qualcosa di indescrivibile. -Circa 10 giorni dopo il termine dell'assunzione dell'antibiotico noto peggioramento tonsilla sempre non dolente, noto ingrossamento graduale linfonodi del collo, ancora qualche sudorazione notturna e strani sbalzi termici zona capo. -Avuto un altro episiodio di un giorno di febbre a 37.8. -Circa 20 giorni dopo( il 1 aprile circa) dopo inizio cura con simegrin e colon life x 20 giorni per distensione e conseguenti squilibri psico-fisici, noto leggero miglioramento. -Nel mese successivo noto ingrossamento ulteriore della tonsilla e inizio dell'ingrossamento dell'altra, qualche perdita di bianco descritta dalla dottoressa come fibrina, arrossamento faringe e leggero senso di malessere collegato, in contemporanea rimuovo dente del giudizio senza copertura antibiotica, i linfonodi si gonfiano di molto così come il trigemino, episodio di febbre e poi tutto torna come prima linfonodi compresi anche se nel mese stesso i linfonodi hanno continuato a ingrossarsi gradualmente, piano piano, tanto che inizialmente li avvertivo io ed i medici no, poi anche i medici hanno iniziato ad avvertirli e a prenderne atto. -Eseguite nel contempo due ecografie ai linfonodi le quali rilevano linfoadenopatie e tumefazioni linfonodali di un paio di linfonodi sottomandibolari e descritti come "buoni", minimi noduli tiroidei. -Eseguiti vari esami del sangue a distanza di qualche mese a parte quelli generici del PS sempre tutti nella norma come emocromo formula completa,VES,PCR,GLUCOSIO,LATTATO DEIDROGENASI,PROTEINE TOTALI, ELETTROFORESI PROTEICA,CELIACHIA,TIREOTROPINA.(TUTTI NELLA NORMA) -Eseguiti successivamente anche esami virali citomegalovirus, herpes simplex, epstein barr, ferritina, altra PCR,ALANINA AMINOTRASFERASI,ASPARTATO AMINOTRANSFERASI,LATTATO DEIDROGENASI,VES, ANCORA EMOCROMO,VITAMINA D,CREATININA,GAMMA GLUTAMIL TRASNPEPTIDASI,CALCIO TOTALE,POTASSIO.(Si rileva carenza vitamina d e anticorpi epstein barr interpretato da uno dei medici che mi cura come la causa logica di tutto, e degli altri come una possibile causa di certo non sicura in quanto l'esame avrebbe dovuto essere eseguito prima, essendo presenti solo gli anticorpi passati, scusate l'ignoranza non so come si chiamano ma intendo dire che secondo loro avrei potuto farlo anche 10 anni prima dall'esito degli esami e che molti altri virus causano le mie problematiche). -Il 16 aprile prendo 150 mg FLUCONAZOLO per presunta candida genitale (ho detto alla dottoressa che la mia compagna l'aveva avuta e lei senza visitarmi mel'ha prescritta). Avuto forte reazione, non ho dormito più di 5 ore a notte per 5 giorni, gonfiore palpebre, forte stranezza psichica, mi è stato fatto sospendere ed è finita lì. Il 22 aprile eseguo cura di 14 giorni con aerosol e PRONTINAL 2ml al giorno.(Non si è riscontrato nessun effetto voluto o benefico). -Nel durante del tutto sono stato seguito da un otorino che mi ha eseguito fibrolaringoscopie e mi ha ascoltato, ma neanche lui è riuscito a dare una spiegazione al tutto. -A seguire non ho più avuto problematiche legate alla psiche, distensione addominale troppo estesa, o sudorazioni notturne e T bassa, ma ogni tanto si sono ripresentati aghi e soprattutto episodi febbrili sui 37/37.8. -SOTTOLINEO che ho avuto un episodio febbrile circa ogni 2 settimane da maggio ad oggi escludendo ovviamente i precedenti, preceduto quasi sempre da disidratazione orale, T sui 37.2/37.7 avvertito il giorno prima e di durata di 2 o 3 giorni, in tutti i casi le tonsille è come se si attivino non dolenti. -Tra tutti i casi febbrili solo un caso con motivazione plausibile cioè infezione batterica alle tonsille in settembre curata con claritromicina poichè ho auvto problemi con una pastiglia di LEVOFLOXACINA, ma niente di paragonabile a quelli avuti da molti italiani a mia saputa. -Avuta anche influenza intestinale a ottobre, 3 giorni diarrea, 2 di vomito, reflussi GE, ha peggiorato la situazione della mia disidratazione orale e llinuga conseguentemente bianca a periodi fino ad oggi. -HO DIMENTICATO di scrivere precedentemente che da febbraio ho iniziato a notare puntini rossi sulla punta dela linuga sempre più numerosi fino ad oggi, recentemente anche puntini rosa nel mezzo e patina semibiancastra, molto recentemente disidratazione orale o almeno la sensazione molto strana e forte(la stessa che avvertivo prima di avere e durante le febbri). -La faringe ad oggi è sempre com'era a marzo, le tonsille anche, i linfonodi anche ma ci ho fatto l'abitudine, notati anche in inguine e addome basso, anche sensazione di masse in zona sopraclavicolare o comunque dietrol'osso internamente che non hanno però mai allarmato particolarmente i medici anche se non hanno mai detto di preciso cosa possano essere. -Ad oggi ho eliminato completamente marijuana e alcool, mantengo una dieta fantastica e abbastanza sana dalla quale mi manca escludere caffè e sigarette, in tutto il periodo ho provato ad escludere glutine, poi lattosio, non ho notato differenze. -Da maggio circa ho iniziato a soffrire di reflussi, prima uno al mese quando facev sport, dopo l'influenza intestinale di ottobre uno ogni 13 giorni circa per fare un esempio, della durata di qualche giorno a volte, -Non mi viene in mente altro, se non sottolineare che nessun medico mi ha mai concesso più di 10 minuti del suo tempo, perciò non so se nel comlesso queste informazioni potrebbero rendere l'idea di cosa io potrei avere, ad oggi mi sento bene, grande energia, grande appetito e forza se non quando ho le solite febbri che mi fanno cadere tutto il mondo addosso, vedo la gente intorno a me che mi dice sei tu che ci pensi, sei paranoico, ma come fai ad ammalarti sempre, quando quando ti senti malato,, quando sneti le tonsille attivarsi e senti la temperatura del tuo corpo variare di continuo e i sapori del cibo variare a causa della febbre ogni 2 settimane sai che loro hanno una grande fortuna ed eviti anche di coinvolgerli nella tua situazione, nella preoccupazione che si ripresenta ogni volta che i sintomi ti impediscono di avere la vita che hai sempre, signori io non sono ipocondriaco ad oggi reisco ad ignorare tutte le problematiche a voi descrittevi, ma le febbri, la bocca secca e i refllussi, tutte cose mai avute, iniziano a condizionarmi realmente, ma soprattutto le febbri mi stanno cambiando la vita, non riesco a mantenere un lavoro, a mantenere una routine, i rapporti con le persone, sono sempre felice e sereno, forte e pieno d'energia, ed ogni volta tornano a sorpendermi, e il bello è che non ho mai avuto una spiegazione, di nulla, tanti medici allarmati, tanti medici di base straimpegnati che con tutto il rispetto purtroppo non hanno avuto mai il tempo materiale di aiutarmi o di ascoltare anche un decimo di quello che vi ho descritto, e mai una spiegazione riferita a praticamente tutti i miei problemi, vi chiedo di darmi una mano se potere, aiuterete un ragazzo come me ad avere una vita migliore, vi assicuro che ho l'intelligienza per capire che ho scritto molto e posso sembrare esagerato, e la stessa per parlare di tutte le mie problematiche in termini seri e non perforza trasducibili in "come mangi per il paziente estraneo alla cultura mdica" non confondo le mie ricerche con le vostre lauree con tutto il rispetto ma voglios olo cercare di capire con cosa ho a che fare e vi assicuro mi farete il regalo più bello che potrete fare, come ridonarmi la vita, un saluto a tutti voi.
Risposta di:
Dr. Cesare Marzioni
Specialista in Malattie del fegato e del ricambio e Medicina interna
Risposta
Lei ha bisogno di rivolgersi al proprio medico di famiglia, che si prenda cura lei , conoscendola molto bene , in modo da inquadrarla correttamente dal unto di vista clinico prima , rivedendo bene gli accertamenti e vedere se c'è altro da fare, e seguirla anche da un punto di vista psicologico..
TAG: Medicina generale
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!