circa 3 anni fa ho avuto una malattia che mi ha lasciato un problema gastro-intestinale persinstente (sostanzialmente ho l'intestino sensibile e spesso difficoltà a digerire). questo problema mi ha messo in difficoltà con le altre persone perchè devo star attenta a cosa mangio, se c'è uno "sbalzo climatico" in un ambiente (troppo caldo o troppo... Leggi di più freddo), l'imbarazzo di dover "correre in bagno" per diverse volte. è da allora che ho diradato le uscite o se esco sto fuori poco. il fatto è il seguente: quando so che ho un appuntamento/viaggio/riunione/festa inizio a pensare giorni prima a cose del tipo "oddio e se poi sto male di nuovo e devo correre in bagno? cosa penseranno tutti?". quando vado a pranzi/cene e mi accorgo di avere un problema allo stomaco o pancia, inizio ad avere attacchi d'ansia (non so se si possono chiamare così) e mi vien caldo, poi freddo, poi alla fine al bagno devo andarci comunque. pensa che mi sia venuta un genere di ansia o che mi lascio prender troppo da questo problema gastro-intestinale che ho? la cosa assurda è che mi rendo conto di questa "assurdità", perchè poi quando son fuori con amici, parenti, poi alla fine sto bene e mi tranquillizzo, anche se magari son dovuta correre in bagno!!! grazie del tempo e della risposta.