28-02-2018

Dolori ai fianchi

Buongiorno

Sono un uomo di 35 anni e peso 95kg, non faccio molta attività fisica e lavoro in ufficio.

Seguo la dieta mediterranea ma evito il lattosio. Sono diverse settimane che soffro di dolori ai fianchi (ma più quello SX) e a volte il dolore si irradia fino all'inguine. Il mio medico mi ha fatto fare l'esame delle urine e gli esami del sangue e risulta tutto regolare e anche un controllo ecografico non ha presentato nessuna anomalia, niente calcoli biliari e anche i reni tutto nella norma. I dolori sono accompagnati da flatulenza e gonfiori addominali, a volte sento una specie di debolezza che mi fa persino tremare le gambe. Le feci sono uniformi con un color marrone (ne chiaro ne scuro). Belo quasi 2 litri di acqua al giorno ma a cena accompagno i pasti con un paio di bicchieri di vino rosso (il bianco mi provoca acidità come anche la birra). Ad agosto 2017 ho fatto una gastroscopia perché' avevo una perenne acidità di stomaco e mi è stata diagnosticata un'ernia iatale.

Prendo l'esomeprazolo ma solo all'occorrenza nei periodi un po' stressanti per evitare un il reflusso. Il medico per ora mi ha prescritto degli analgesici e il Buscopan da prendere quando ho forti dolori. Il dolore si presenta fisso e onestamente vivo male.

Ovviamente cercare in rete le cause di tali sintomi porta solo ansia e brutti pensieri. Vorrei chiedere se eventualmente una colonscopia sia da prendere in considerazione, e se no cosa potrei fare per venirne a capo. Grazie anticipatamente

Risposta di:
Dr. Luano FattoriniDottore Premium
Specialista in Gastroenterologia e Chirurgia dell'Apparato Digerente e Endoscopia Digestiva
Risposta

Non la conosco e non l'ho visitato per cui non posso dire molto. Le consiglio comunque di ridurre il sovrappeso, di fare costante e regolare attività fisica, di fare inoltre il breath test al lattosio e al glucosio.

TAG: Addome | Adulti | BMI - Sovrappeso | Disturbi gastrointestinali | Gastroenterologia | Giovani | STEP - Sedentario
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!