Logo Paginemediche
  • Programmi
  • Medici
  • Salute A-Z
  • Per le aziende
L’ESPERTO RISPONDE

Durata orgasmo cambiata drasticamente

Fino ai 18 anni quando facevo sesso o amore con le ragazze, potevo continuare all'infinito..infatti credevo fermamente al fatto che a me interessava solo il benessere di chi avevo davanti..mi interessava solo fargli passare una notte indimenticabile..Non mi interessava niente del mio piacere..poi non so il perchè è cambiato tutto..

Ora arrivo all'orgasmo anche in due minuti..anche se provo a pensare alle cose più brutte durante l'atto sessuale non cambia..mi fa sentire a pezzi..ho la paura di fare figure pessime e questo mi ha fatto perdere la voglia di ricercare la cosa che mi rendeva veramente felice...se potete aiutarmi ve ne sarei molto grato

Risposta del medico
Specialista in Psicoterapia

Caro ragazzo, un primo consiglio che ti do qualora avessi una partner con la quale hai confidenza, è di parlarne con lei, affinché ti tranquillizzi. Credimi, trovare una ragazza che ti dica "se duri 3 ore o 3 minuti, mi piaci lo stesso, quindi stai sereno", è un vero toccasana, sempre che tu stesso capisca che la chiave per uscire da questo labirinto è staccarti dalla doverizzazione che hai verso l'altra. Più pretendi da te stesso prestazioni incredibili, più sei fregato e il tuo corpo ti abbandona.

La causa di tutto ciò sono le esagerate aspettative nell'accontentare la partner, o ciò che tu pensi che si debba aspettare, che ora ti si rivoltano contro. Se prima funzionavi benissimo, ora l'eccessivo impatto del pensiero dell'altro o delle tue aspettative verso te stesso, ti debilita innescando un'ansia anticipatoria che crea i problemi sessuali di cui parli. Quindi se continui a ragionare così "far passare una notte indimenticabile", il problema non può che mantenersi e peggiorare. Se ti dimentichi del tempo che passa, della prestazione e riesci a stare solo sulle sensazioni positive che provi, quella è la via di uscita dal labirinto.

Avendo questo problema da diversi anni, il mio consiglio è di rivolgerti da uno psicoterapeuta che in poche sedute ti condurrà verso l'uscita da questo labirinto. Anche uno psicologo specializzato in sessuologia va bene. Se parlare di queste cose con un estraneo ti crea problemi, puoi approfittare di aver rotto il ghiaccio qui con me.

Risposto il: 14 Novembre 2018
Unisciti ad una community di oltre 50mila persone per ricevere sconti esclusivi e consigli di salute dai nostri esperti.
Ho letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali