L’ESPERTO RISPONDE

è il caso di preoccuparsi?

Buogiorno, da parecchi anni soffro di bronchite asmatica e poliposi nasale, con parecchie ricadute di bronchiti, sono un soggetto con una diagnosi accertata di BPCO,al chè nel 2004 mi hanno consigliato di eseguire una spiral TC dei polmoni ad alta risoluzione con il seguente responso: stria iperdensa a verosimile genesi disventolatoria si apprezza... Leggi di più in sede lingulare inferiore costale ant..Non apprezz. lesioni nodulari in entr. i parenchimi polmonari. Regol. aspetto dell'interstizio peribroncovasale e interlobulare.non vers. pleuro-pericardico. Dopo in questi giorni ho eseguito una RX con il seguente responso:Ilo di sn ingrandito e congesto con strie fibrotiche ilifughe dirette in senso apico- dorsale associata a sfumata radio -opacità; Modesta accentuazione del disegno polmonare.Emidiagrammi regolari con seni costo frenici liberi. FCV: nei limiti di norma. Le chiedo è il caso di preoccuparsi? é opportuno fare altre analisi?.La ringrazio di vero cuore.

Risposta del medico

Malattie nasali croniche, quali la poliposi, e malattie bronchiali croniche come asma e BPCO sono correlate sul piano clinico-patologico. Riacutizzazioni dell'una, di norma, coinvolgono l'altra e viceversa. Un buon controllo della patologia respiratoria, pertanto, non può prescindere dal controllo dell'ostruzione nasale. Se la diagnosi di BPCO è certa (assenza di reversibilità della ostruzione bronchiale dopo inalazione di adeguata dose di... Continua broncodilatatori) o non, bisognerà accertarsi che non coesistano concause aggravanti la patologia. Ad esempio, a causa della ostruzione nasale, non è infrequente la presenza di una patologia esofago-gastrica da reflusso. In questi casi il numero delle riacutizzazioni ostruttive bronchiali potrebbe essere ridotto significativamente modificando lo stile di vita alimentare e sottoponendosi a cure medicinali adeguate. La presenza di strie disventilatorie, inoltre, induce a credere che lei possa avere qualche disturbo della motilità dei muscoli respiratori. In caso di obesità o di notevole meteorismo gassoso (semmai da aerofagia secondaria alla poliposi nasale) potrebbe giustificare il reperto radiografico. Insomma il caso potrebbe essere complesso da inquadrare ma, come sempre, è da questo lavoro che scaturisce la miglior terapia e, conseguentemente, i migliori risultati terapeutici.

Unisciti ad una community di oltre 50mila persone per ricevere sconti esclusivi e consigli di salute dai nostri esperti.
Ho letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali
articoli correlati
Pressione bassa o ipotensione: quando preoccuparsi
Pressione bassa o ipotensione: quando preoccuparsi
2 minuti
Trattamento del dolore con l’ossigeno-ozonoterapia
Trattamento del dolore con l’ossigeno-ozonoterapia
2 minuti
Come curare il Covid a casa: i farmaci da utilizzare
Come curare il Covid a casa: i farmaci da utilizzare
3 minuti
Diabete gestazionale, quando preoccuparsi?
Diabete gestazionale, quando preoccuparsi?
5 minuti
Unisciti ad una community di oltre 50mila persone per ricevere sconti esclusivi e consigli di salute dai nostri esperti.
Ho letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali
Cerca un medico nella tua città
Specialista in Malattie dell'apparato respiratorio e Medicina interna
Prov. di Mantova
Specialista in Malattie dell'apparato cardiovascolare e Malattie dell'apparato respiratorio
Prov. di Parma
Contatta il migliore specialista nella tua città
Specialista in Pneumologia e Medicina dello sport
Messina (ME)
Specialista in Cardiologia e Pneumologia
San Paolo Bel Sito (NA)
Specialista in Pneumologia
Tolmezzo (UD)
Contatta il migliore specialista nella tua città
Specialista in Pneumologia
Roma (RM)
Specialista in Malattie dell'apparato respiratorio
Macerata (MC)
Specialista in Pneumologia
Prov. di Bologna
Specialista in Pneumologia e Allergologia e immunologia clinica
Roma (RM)
Specialista in Pneumologia e Ecografia
Milano (MI)