03-07-2006

Egr. dr. mia madre, affetta da epatite c da 20

Egr. Dr. mia madre, affetta da epatite C da 20 circa (contratta durante un'intervento al cuore nel 1988) presenta 3 varici esofagee appena accennate, diagnosi di gastroscopia di 7 gg fa. So che questo significa evoluzione in cirrosi. La mia domanda: si può rallentare questa evoluzione? mia madre è microcitemica e non può quindi sottoporsi a terapia con l'interferone disponibile al momento. Mi hanno accennato di una nuova molecola che potrà assumere anche lei: quando sarà disponibile? che risultati si possono avere? La ringrazio di cuore.
Dr. Fegato.com
Risposta di:
Dr. Fegato.com
Risposta
Purtroppo non sono note terapie in grado di rallentare l’evoluzione in cirrosi, ad eccezione della terapia antivirale che prevede l’eradicazione del virus C e quindi della causa che determina il danno epatico. E’ probabile che compariranno nuovi farmaci per la cura dell’epatite C già a partire dal prossimo anno.
TAG: Epatologia | Fegato | Gastroenterologia | Medicina interna
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!