19-06-2006

Egregio dottore, i miei problemi sono relativi

Egregio Dottore, I miei problemi sono relativi agli alti valori registrati nelle analisi del sangue: nel 2005 tali valori, colesterolo e trigliceridi, avevano valori rispettivamente di 275 (col) e 242 (trigl). Oggi, a distanza di un anno che assumo i farmaci (OLMETEC 20 mg giorno e ZOCOR 10 mg) tali valori sono arrivati a 176 colester (31 hdl) e 180 trigliceridi mentre la press. arter. si è stabilizzata su 120/80. Questi giorni scorsi da un ecocolordoppler ed è risultato che ci sono placche arteriose, bilateralmente lesioni ATS fibro calcifiche a carico dei vasi arteriosi di conduttanza, in assenza di stenosi emodinamicamente significative! venoso-circolo profondo pervio e competente in clino ed ortostatismo con regolare egogenicità parietale, bilateralmente-assi safenici pervi e competenti bilateralmente! ECG TSA-bilateralmente lesioni ateromasiche bulbari di lieve entitàprive di ripercussioni emodinamiche a valle e vertebrali nella norma! C.D. ATS dei vasi arteriosi di conduttanza in assenza di flussi patologici ATS dei vasi carotidei con flussi conservati! SECONDO LEI DEVO ASSUMERE ANCHE LA CARDIOASPIRINA associata ad un farmaco prottetivo per lo stomaco (in passato ho avuto problemi di reflusso)...? Ed infine esiste un farmaco che "pulisca" le arterie? GRAZIE.
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
La pressione alta ed il quadro dei lipidi ematici suggerirebbero che lei abbia una sindrome metabolica. Ha familiari affetti da diabete? Se si allora deve stare attento. Perdere i chili di troppo, muoversi (passeggiate a passo svelto) e stare attento ai grassi, agli zuccheri (soprattutto quelli semplici dei dolci e ai cibi ricchi di carboidrati facilmente digeribili come le patate) e all’alcool. Visto il buon controllo della pressione e dei grassi nonchè i precedenti di refluicco gastro-esofageo può soprassedere all’aspirina.
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!