14-02-2006

Egregio dottore, ieri sera, come faccio molto

Egregio Dottore, ieri sera, come faccio molto spesso prima di andare a letto, ho voluto misurarmi la pressione e i battiti cardiaci, riscontrando una tachicardia (circa 160/1° con grande irregolarità e 170/106). per cui ho preso 10 gocce di nifedicor che conservo in casa. (normalmente prendo una cp di zestoretic 20 mg+12, 55 mg al giorno al mattino). Dopo circa 12 ore tutto è tornato alla normalità, ma ora sono letteralmente terrorizzato pensando che prima o poi tutto possa ripetersi in quanto con il Cuore che pare voglia fuoriuscire dalla sua sede si ha l'impressione di lasciarci la pelle. Le chiedo cortesemente: è la tachicardia che provoca la pressione alta o è il viceversa? Non so se ho fatto bene a prendere il nifedicor e non credo se ne possa fare un uso frequente. Il mio ECG e l'ecocardio sono normali. La ringrazio per la risposta e La saluto distintamente. Aldo.
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
Il Nifedicor gocce riduce la pressione arteriosa e non la frequenza cardiaca. Una frequenza cardiaca così elevata (160 b/min) associata a riscontro di un ritmo irregolare suggerisce la presenza di una aritmia cardiaca (fibrillazione atriale) parossistica. Sarebbe opportuno eseguire un elettrocardiogramma durante queste crisi. E’ comunque consigliabile riferire al cardiologo curante l’accaduto.
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare