Egregio Dottore, le scrivo per una questione che riguarda mia sorella, 49 anni, solo in leggero sovrappeso. Fino a qualche anno fa, aveva la pressione arteriosa abbastanza bassa, come me, intorno ai 90-100/60-70 e lei ne soffriva, mentre io non ne ho mai sofferto. Bene, in una recente occasione, abbiamo provato entrambe la pressione con uno di... Leggi di più quegli apparecchi digitali da polso, e l' ho provata io per prima, rivelandomi una pressione del tutto simile alle misurazioni dei mesi ed anni precedenti (93/100, su 62/65) ed il mio polso era di 78, mentre la sua prima misurazione riportava 145/92 e 120 di polso! Io le ho detto che non va bene, ma di riprovare dopo qualche minuto. La seconda misurazione, 5 minuti dopo,sempre a riposo, risultó di 125/90 e di nuovo 120 il polso! Lei si giustificó dicendo che forse era dovuto al mio apparecchio, o alla sua ansia, ma io non posso crederci. Un errore del mio apparecchio é da escludere, in quanto a me riporta una misurazione sempre simile alle precedenti, confermata anche da altre misurazioni effettuate dal medico.Poco dopo una terza misurazione: 140/90 e 99 il polso....Io le ho consigliato di provare nei prossimi giorni la pressione in farmacia, e se ancora sballata, di andare dal medico. Ora io Le chiedo: la lieve ipertensione puó anche esser dovuta all`alterato metabolismo dell`etá perimenopausale, col rispettivo aumento di peso, ma il polso non é preoccupante?? Lei dice di star bene, ma io so che a volte la tachicardia puó avere come causa una patologia occulta. Cosa ne pensa?Confido in una Sua risposta! Grazie