05-07-2006

Egregio dottore mia sorella di 41 anni è appena

Egregio Dottore mia sorella di 41 anni è appena stata dimessa dall'ospedale Martini di Torino in attesa dell'esame istiologico definitivo, ma vorrei sottoporre alla sua attenzione il caso per avere in maniera chiara, una o più opportunità di conoscere questo sconosciuto. Le cito il referto pari all'originale per evitare malcomprensioni. Anamnesi Patologica Prossima In base alla comparsa di algie addominali localizzate prevalentemente in epi e mesogastrio con irradiazione al dorso viene sottoposta a ECT addome che evidenzia la presenza di massa solida a contorni policiclici con diametro mass. di 9 cm associata ad una seconda di 39mm; essa è situata in sede retroperitoneale, di origine dubbia, con possibile invasione della vena cava. TC ADDOME CON M.D.C. SINTESI Processo occupante spazio solido di circa 9 cm di diametro, che si sviluppa a carco del lobo epatico di sinistra, estendendosi verso la loggia pancreatica; il profilo posteriore è leggermente policiclico, presenza di immagine simile a scar centrale (ipotesi diagnostica : adenoma). La neoformazione disloca il duodeno che la circonda, appaiono anche compressi e dislocati i grossi vasi, in particolare l'arteria epatica. Scarsa la dissociabilità del pancreas nella porzione cefalica a causa del processo espansivo segnalato. il surrene destro non risulta dissociabile. in attesa di un cordiale e celere riscontro le auguro Buoni Auspici.
Dr. Fegato.com
Risposta di:
Dr. Fegato.com
Risposta
Il referto di una indagine diagnostica va inserito nel contesto clinico e, visto isolatamente da quest’ultimo, non permette di chiarire un aspetto diagnostico, che, peraltro appare piuttosto complicato. La TC addome con mdc, senza dubbio di maggiore precisione diagnosticarispetto alla precedente ecografia, mette in evidenza la presenza di una grossa massa addominale, la cui natura rimane del tutto ipotetica. Pertanto noi riteniamo indispensabile, prima di addentrarsi in giudizi diagnostici, che si potrebbe rilevare fallaci, l’effettuazione di un esame agoaspirato della lesione epatica. Si tratta di una procedura diagnoistica relativamente semplice e poco invasiva, effettuabile, sotto guida ecografico, presso qualunque Centro fornito di tale metodica.
TAG: Epatologia | Fegato | Gastroenterologia | Medicina interna
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!