Buongiorno. Sono un ragazzo di 28 anni e da circa due mesi avverto dei fastidi all'apparato uro/genitale.Tutto è cominciato, quando, durante un uscita con la bicicletta da corsa ( pratico ciclismo da circa 7 anni) ho avvertito una fitta alla parte finale dell'uretra ( vicino al glande). Da quel giorno, il 15 dicembre scorso quando mi siedo, avverto... Leggi di più un fastidio alla zona perineale,alle pareti dell'ano ed un indolenzimento del pene che si ripercuote sulla minzione ( difficoltà nella fase iniziale e durante la minzione )e sull'eiaculazione (inizialmente un po' dolorosa).Il primo urologo che mi ha visitato ne suo studio mi ha diagnosticato dopo un ispezione rettale una leggera infiammazione della prostata e mi ha prescritto neofuradantin+topster per 10 giorni. Durante la cura i sintomi si erano attenuati, ma dopo qualche giorno sono ricomparsi anche se in forma più lieve. Su consiglio del medico di base ho fatto gli esami dell’urina ed urocoltura entrambi negativi. Successivamente, il 6 di febbraio ho effettuato un ulteriore visita urologica in ospedale, il medico dopo un ispezione rettale mi ha detto che la prostata era normale e, pensando che si trattasse di un ristringimento del collo vescicale mi ha prescritto Silodyx 4 mg per un mese e due esami, l’uroflussometria ed uretrografia retrograda e minzionale ( che farò a breve), dicendomi però che i problemi che avvertivo al perineo/ano non erano collegati a tale patologia. Attualmente i sintomi che avverto sono i seguenti: fastidio zona perineale/anale quando mi siedo ( aumenta su superfici particolarmente rigide) che si estende anche al pene ( più che altro avverto un fastidio alla parte finale dell’uretra, vicino al glande, che tra l’altro avverto anche durante la defecazione). Per quanto riguarda la minzione, al mattino è normale, peggiora un po’ dopo essere rimasto seduto a lungo e alla sera dopo cena. Ammettendo anche che vi sia un problema al collo vescicale, quello che non riesco a capire da cosa possa dipendere il fastidio che avverto alla zona perineale/anale e come si possa eventualmente curare.Vi ringrazio in anticipo.Distinti saluti