30-01-2006

Gent.mo dott.re, in data 11/10/05, a seguito di

Gent.mo Dott.re, in data 11/10/05, a seguito di dolori articolari ho effettuato le analisi del sangue e mi è stata riscontrata un'Epatite B acuta (alterazione dei valori delle Transaminasi e GammaGT). Le ultime analisi effettuate (24/1/06), circa 3 mesi e mezzo dal primo riscontro della malattia hanno dato i seguenti risultati: Transaminasi ossalacetica 110 - Transaminasi piruvica 357 - GammaGT 67 - Antigene Australia positivo - HbsAb 15,1 (mIU/mL) - HbeAg positivo - HbeAb negativo - HbcAb positivo - HbcAb Igm negativo. A questo punto si può dire che la malattia si è cronicizzata? Se non è così, ci sono comunque forti indizi/probabilità di cronicizzazione? Le faccio presente che è già capitato che HbsAb salissero a 15 per poi ritornare a 2..... la ringrazio.
Dr. Fegato.com
Risposta di:
Dr. Fegato.com
Risposta
Gli esami che riporta sono ancora alterati, ma è trascorso troppo poco tempo dall’esordio acuto per poter parlare di cronicizzazione. Si definisce infatti cronico un processo patologico epatico che duri un periodo di mesi maggiore di 6. E’ necessario attendere almeno ulteriori 3 mesi, durante i quali effettuare periodici controlli.
TAG: Epatologia | Fegato | Gastroenterologia | Medicina interna
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!