Gentile dottore dall'eta di 17 anni soffro di extasistole e TPSV che ecg vari , holter e eco hanno sempre confermato essere del tutto sporadici e sopraventricolari...negli ultimi anni in particolare nell ultimo le cose si sono evolute in negativo ho avuto crisi sempre piu' frequenti con picchi di pao fino a110/195 solo durante il malore, ma la cosa che piu' mi preoccupa e' l'inizio delle crisi che si innescano spesso con (tremendi e scompensatori)battiti ectopici della durata variabile di 5/30 sec. evolvendosi quasi sempre in una violenta crisi tachicardica di rientro che risuta poi essere fastidiosa ma sempre benigna.Ultimamente i battiti saltati si presentano spesso e volentieri in fase di sforzo ma piu' spesso di recupero scompensandomi parecchio,inoltre durante il giorno ma in particlare prima di addormentarmi avverto parecchie e intense extrasistole.Ho effettuato tutti gli esami ematochimici di routine tutti negativi ad eccezzione di un valore di P.R.A. basso,dall'eco renale e' risultata l'Ectopia del Rene sx ma la raccolta urine 24 ore ha escluso un'implicazione renale l'eco-doppler vascolare ha evidenziato un Prolasso mitralico lieve con annessa lieve insufficenza mitralica ,l'eco dei vasi sovraortici e' ok,sono in attesa dell'holter 24 ore e del test ergometrico. Lavoro in ospedale e ho sentito tanti pareri,chi si orienta verso un disturbo del nodo del seno chi verso una sindrome dovuta alla valvola mitralica.secondo il suo qualificato parere cadiologico potrebbero i battiti ectopici essere in realta' un'inizio di FA o di TV?anche se i miei ventricoli sono nella norma si puo' escludere una miocardia?Sono seguito da un noto primario di med. generale che oltre a questi esami mi ha prescritto anche una scintigrafia renale.Io credo invece che il mio problema sia al 100% di natura cardiologica e in particolare di conduzione lei che ne dice?mi piacerebbe avere un suo parere ance se so che a questo punto il risultato di holter e test ergometrico sara' fondamentalecordiali saluti