17-01-2006

Gentile dottore è stata diagnosticata a mio zio

Gentile Dottore è stata diagnosticata a mio zio una cirrosi epatica ETIL-RELATA con polipo della colecisti, lesione focale epatica da determinare tramite TC, affetto da ulcere duodenali multiple, Ipertensione arteriosa sistemica, BPCO, Diabete mellito tipo II (in tp insulinica); durante il suo ricovero sono stati effettuati esami del Sangue quali markers oncologici: CA19.9: 52.70 U/ml- CA15.3: 19.3U/ml CA125: 16 U/ml- CEA 3.50 ng/ml alfaFP: 10.2 ng/ml; vorrei sapere che cosa significano questi risultati e come sarà il suo evolversi della patologia e se sarà possibile un trapianto di fegato. La ringrazio anticipamente per la sua risposta. Sono molto preoccupata.
Dr. Fegato.com
Risposta di:
Dr. Fegato.com
Risposta
Gli elementi che fornisce per descrivere il caso di suo zio sono troppo scarni per poter esprimere un giudizio diagnostico e prognostico valido. E’ comunque essenziale stabilire se la lesione focale comparsa a livello epatico sia di tipo tumorale oppure no e quali siano le sue dimensioni. Questi elementi determinano una importante distinzione in merito all’eventuale programma ed alla prognosi della cirrosi epatica, anche in funzione di un eventuale trapianto di fegato. In merito a quest’ultimo aspetto c’è da rilevare che l’età è un importante motivo di dubbio i n associazione all’aspetto relativo alla sospensione o meno dall’assunzione di bevande alcoliche e della dimensione della lesione focale epatica. La normalità dei marcatori tumorali sierici purtroppo non esclude la possibilità che possa trattarsi di un epatocarcinoma, in quanto non raramente questi tumori si presentano con valori normali di AFP.
TAG: Epatologia | Fegato | Gastroenterologia | Medicina interna
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!