Gentile dottore, ho 30 anni e da sempre svolgo, in maniera intermittente, sport. In seguito ad alcuni eventi particolarmente stessanti mentre giocavo a calcio, alla fine di una partita ho avuto forti capogiri accompagnati da una forte astenia. In un primo momento ho pensato che si trattasse di stanchezza ma poi il problema si è ripesentato altre volte e quindi ho smesso di giocare, ma il problema si è ripesentato mentre lavoravo (sono un cantante) questa volta con tremore degli arti il che mi ha fatto sospettare degli attacchi di panico di cui ho spesso sofferto in momenti delicati della mia vita. Da quel momento non riuscivo più a fare nulla, neanche a salire una rampa di scale perchè stavo malissimo. Ho fatto l' holter per la pressione e mi è stata rilevata una pressione bordeline e mi sono un pò tranquillizzato e come per magia ora la mia pressione è di molto diminuita con valori che vanno da 105 a 135 per la max e tra 65 e 88 per la minima ( dati attendibili perchè misuro la pressione 3 o 4 volte al giorno). Ho eseguito una miriade di test: holter cardiaco, ecocolordoppler al cuore, alle carotidi e ai reni, risonanza magnetica al canio, ECG da sforzo (visita x idoneità agonistica) tutto nella norma. Tutto questo succedeva 8 mesi fa, ora va molto meglio, ho ripeso a correre 3 volte a settimana e a gioca e a calcio. Il problema è che quando faccio sforzi più intensi opp. gioco a Calcio il poblema si ripresenta, non con la stessa intensità, e ora sono molto condizionato da questo, inolte mi sento il Cuore in gola e battere ovunque. Cosa posso fare? Esiste un centro dove possano controllarmi meglio? A questo punto ho anche pensato che potebbe essee di origine neurologica.