20-03-2006

Gentile dottore, sono un collega di 26 anni al

Gentile Dottore, sono un collega di 26 anni al termine del quarto mese di Terapia con Pegasys 180 mcg e Rebetol 800 mg/die per un'Epatite C genotipo 2a/2c. Già alla quarta settimana le indagini qualitativa e quantitativa sono risultate negative, dato che si è confermato al termine del terzo mese. Gli esami ematici di controllo sono nella norma, con remissione di un'iniziale lieve neutropenia, e le Transaminasi hanno mostrato nel tempo il seguente andamento: GPT 133 - 72 - 61 - 42 - 50; GOT 47 - 44 - 43 - 27 - 37. Qual è la sua opinione sulla base dei dati forniteli? Tale andamento degli enzimi epatici quale significato ha? Posso ben sperare nella definitiva riuscita del trattamento? La ringrazio anticipatamente. In fede.
Dr. Fegato.com
Risposta di:
Dr. Fegato.com
La nostra opinione è che la terapia sta funzionando. I valori delle aminotransferasi è poco rilevante ai fini della valutazione dell’efficacia della terapia, soprattutto con gli IFN peghilati. Mentre assume importanza fondamentale la assenza di HCV RNA (qualitativo) fin dal 1° mese di terapia.