Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

14-09-2006

Gentili dottori. in seguito a prurito, ittero ed

Gentili Dottori. In seguito a prurito, ittero ed alterazioni delle transaminasi (ALT= 1400), fosfatasi alcalina (=358), bilirubina totale (=9,96), sono stata ricoverata in ospedale. Dopo vari esami (compresi i Markers epatitici, tutti negativi) si è arrivata alla diagnosi di EPATITE CRONICA DI NATURA AUTOIMMUNE con CIRROSI BILIARE PRIMITIVA (ANA = 1280 e AMA = 320). In circa 40 giorni (sto prendendo ac. ursidesossicolico 450 mg da 20 giorni) quasi tutti i valori sono rientrati nella norma o comunque di gran lunga migliorati rispetto allo stadio di partenza (ALT = 58; fosfatasi alcalina=121; Gamma-GT=41; Bilirubina Totale=1,35). Leggendo alcune informazioni sulla materia sono entrata nel panico più totale. Vi chiedo: se curata costantemente e mi attengo a quanto consigliatomi dai medici curanti, che aspettativa di vita avrò? Inoltre con l'ac. ursodesossicolico tratto solo la C.B.P. Credete sia il caso di fare qualcosa anche per l'epatite autoimmune e quindi un trattamento con immunosoppressori? o le due cose combinate non funzionano? Grazie di cuore!
Dr. Fegato.com
Risposta di:
Dr. Fegato.com
Risposta
L’evoluzione della CBP è estremamente variabile ed impredittibile. Pertanto è possibile solo il consiglio di effettuare periodici controlli. Anche se sono necessari maggiori dati rispetto a quelli che fornisce per darle un consiglio terapeutico, riteniamo che sia possibile provare con la sola terapia a base di acidi biliari per curare la sua condizione.
TAG: Epatologia | Fegato | Gastroenterologia | Medicina interna
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!