L’ESPERTO RISPONDE

Ho un grosso problema che non riesco a risolvere.

Ho un grosso problema che non riesco a risolvere. Soffro di Ernia iatale da scivolamento che curo con lucen da 20 e gaviscon sciroppo. Il reflusso è migliorato ma si è presentato un altro problema: a volte, la sera, esattamente quando sto per addormentarmi ho delle extrasistoli che mi svegliano di soprassalto e mi impediscono di dormire. A volte... Leggi di più questo si ripete per tutta la notte e mi sembra di impazzire. In pratica ho la sensazione di una bolla d'aria che esplode vicino al Cuore (ma anche altrove) e si spande nella zona circostante, provocando appunto il risveglio Traumatico. Aggiungo che di giorno queste extrasistoli sono diverse, dal classico intoppo, alla sensazione di "motore che picchia in testa" Cosa posso fare? Mi aiuti, la prego!

Risposta del medico
Paginemediche
Paginemediche

La causa dei reflussi patologici va ricercata in un insufficiente funzionamento dello Sfintere Esofageo Inferiore che separa l’esofago dallo stomaco, aprendosi al passaggio del bolo alimentare per poi richiudersi. Questa condizione può manifestarsi senza una causa apparente, ma spesso è dovuta alla presenza di un’ernia iatale, cioè alla migrazione di un tratto di stomaco nella cavità toracica attraverso lo iato esofageo. Tale condizione disattiva la funzione del LES e di altri meccanismi antireflusso, dando vita alla Malattia da Reflusso Gastro-Esofageo. Si manifesta con bruciori e dolori retrosternali post-prandiali e notturni, accompagnati dalla sensazione stessa del reflusso. Faringiti, bronchiti ricorrenti ed asmatiche, infiammazioni del cavo orale con possibili carie, dolori similcardiaci o aritmie che possono essere i sintomi iniziali e addirittura dominanti che conducono il malato, in prima istanza, al Cardiologo all’Otorinolaringoiatra o al Pneumologo. La cura è quella che sta facendo con aggiustamenti possibili dei dosaggi, nonché norme igienico dietetiche molto severe (alimentazione povera di grassi e priva di alcool, caffè, tè, tabacco). Nei rarissimi casi, invece, di ernia iatale voluminosa od importante, associate eventualmente a brachiesofago, con o senza reflusso, l'approccio chirurgico di riposizionamento del viscere si impone.

Unisciti ad una community di oltre 50mila persone per ricevere sconti esclusivi e consigli di salute dai nostri esperti.
Ho letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali
articoli correlati
Sei iperteso? Ecco i consigli da seguire a tavola
Sei iperteso? Ecco i consigli da seguire a tavola
4 minuti
Guardandosi allo specchio si può sapere se si è in buona salute
Guardandosi allo specchio si può sapere se si è in buona salute
2 minuti
Ginkgo Biloba: proprietà e controindicazioni
Ginkgo Biloba: proprietà e controindicazioni
3 minuti
L’iperpronazione potrebbe essere la causa del dolore ai piedi
L’iperpronazione potrebbe essere la causa del dolore ai piedi
2 minuti
Unisciti ad una community di oltre 50mila persone per ricevere sconti esclusivi e consigli di salute dai nostri esperti.
Ho letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali
Cerca un medico nella tua città
Specialista in Scienza dell'alimentazione e Statistica Medica
Enna (EN)
Specialista in Malattie dell'apparato cardiovascolare e Cardiologia
Sanremo (IM)
Contatta il migliore specialista nella tua città
Specialista in Cardiologia interventistica e Malattie dell'apparato cardiovascolare
Bari (BA)
Specialista in Cardiochirurgia e Malattie dell'apparato cardiovascolare
Torino (TO)
Specialista in Medicina interna e Malattie dell'apparato cardiovascolare
Roma (RM)
Specialista in Malattie dell'apparato cardiovascolare e Medicina interna
Roma (RM)
Specialista in Malattie dell'apparato cardiovascolare e Malattie dell'apparato respiratorio
Aversa (CE)
Specialista in Geriatria e Gerontologia e Malattie dell'apparato cardiovascolare
Napoli (NA)
Specialista in Malattie dell'apparato cardiovascolare e Ipertensione
Prov. di Milano
Specialista in Malattie dell'apparato cardiovascolare
Prov. di Benevento