L’ESPERTO RISPONDE

Ima a sede inferiorenel 1996. ultima scintigrafia

ima a sede inferiorenel 1996. ultima scintigrafia nov. 2008:severa ipoperf. irreversibile a livello del tratto medio distale della parete inferiore(pregressa necrosi).Severa ipoperfusione reversibile a livello della parete infero laterale (sede ex infarto)FE 54%da stress 59% a riposo EDV95ml a rip. ESV39ml a rip. conclusioni referto: ischemia... Leggi di più residua nella sede soprasegnalata Sempre asintomatico SONO NECESSARIE ULTERIORI INDAGINI ? GRAZIE INFINITESulla base del solo referto scintigrafico, che evidenza ischemia residua reversibile (cioè, che potrebbe scomparire dopo una procedura atta a ristabilire il flusso in questa zona, quale l’angioplastica coronarica o il bypass aortocoronarico), sarebbe opportuno un controllo coronarografico (soprattutto se non lo ha mai fatto). Dopo di che si decideranno eventuali opzioni terapeutiche. Lei però non specifica il motivo per cui ha fatto la scintigrafia: solo controllo? Test da sforzo positivo per ischemia? Variazioni dell ECG? Tenga presente che il suggerimento “coronarografia” è assolutamente da inquadrare nel contesto clinico completo (bisogna conoscere la terapia in corso, i dati di funzione renale, etc): deve tornare dal cardiologo che le ha chiesto la scintigrafia per discutere di questa opportunità. CHIARIMENTIho fatto la scintigrafia perchè ordinata dopo la prova da sforzo le cui conclusioni sono: ALTERAZIONI DEL TRATTO ST INFEROLATERALI SIGNIFICATIVE(A SEDE LATERALE) AL 3 STADIO (FC 84%).precisazioniLa risonanza magnetica del 96 dice: acinesia nella parete inf. basale e medio ipocinesia nel settore inf. medio e basale e nella parete medio basale.la scintigrafia 96 dice: ipoperfusione IRREVERSIBILE inferiore e infero lateraleLa scintigrafia 98 dice: ipoperfusione IRREVERSIBILE inferiore e inferolaterale, migliorato parzialmente a livello infero apicale dopo reiniezione di baseLa scintigrafia 2007 dice: ipoperfusione IRREVERSIBILE inferiore e infero lateraleL'esito della scintigrafia 2008 è scritta in testa alla domandaDOMANDA: può diventare reversibile una situazione più volte dichiarata irreversibile? c'è qualcosa che non capiscoterapia in atto: atenol 50mg, triatec 5mg, cardirene 160, metforal, inegy 10/40ringrazio della prima risposta e della seconda che attendo con ansia

Risposta del medico
Paginemediche
Paginemediche

Carissimo, ho visto che hai fatto numerosi controlli. In realtà una zona che è stata dichiarata irreversibile più volte è difficile che ritorni reversibile. Anche per me non è molto chiaro comunque diventa difficile sulla base di un esame , se sei asintomatico, consigliarti se fare o no la coronarografia. E’ importante una valutazione clinica globale, parlane con il tuo cardiologo curante che ti segue da tanto tempo e saprà consigliarti nel modo opportuno. Ciao

Unisciti ad una community di oltre 50mila persone per ricevere sconti esclusivi e consigli di salute dai nostri esperti.
Ho letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali
Cerca un medico nella tua città
Specialista in Malattie dell'apparato cardiovascolare e Malattie dell'apparato respiratorio
Prov. di Parma
Specialista in Malattie dell'apparato cardiovascolare e Medicina dello sport
Prov. di Salerno
Contatta il migliore specialista nella tua città
Specialista in Malattie dell'apparato cardiovascolare
Prov. di Verbano Cusio Ossola
Specialista in Scienza dell'alimentazione e Statistica Medica
Enna (EN)
Specialista in Malattie dell'apparato cardiovascolare e Radiodiagnostica
Mazara del Vallo (TP)
Specialista in Malattie dell'apparato cardiovascolare e Anestesia e rianimazione
Prov. di Bologna
Specialista in Cardiologia interventistica e Malattie dell'apparato cardiovascolare
Bari (BA)
Specialista in Cardiochirurgia e Malattie dell'apparato cardiovascolare
Torino (TO)
Specialista in Malattie dell'apparato cardiovascolare e Malattie dell'apparato respiratorio
Aversa (CE)
Specialista in Geriatria e Gerontologia e Malattie dell'apparato cardiovascolare
Napoli (NA)