Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

20-04-2006

Intervento di Kasai e trapianto

Egg. Dottori, A Mia figlia e' stata praticata una kasai 2 come conseguenza di una atresia delle vie biliari extraepatiche, l'intervento, che e' stato fatto al Sant Orsola di Bologna, e' avvenuto quando aveva poco meno di 3 mesi, intervento con esito discreto risultato tant'e' che non e' stata ancora sottoposta a trapianto, da allora e' stata +/- costantemente tenuta sotto controllo, come terapia prende dell'ursacol/300 una pastiglia due volte al giorno e per i primi 15 gg di ogni mese dell'augmentin e a causa di uno scarso contenuto di piastrine penso dovuto al cattivo funzionamento della milza fa anche una inzieione di Koniakion, ma da un po' di anni questi controlli sembra essere alquanto sommari e affievolirsi, ora noto in lei due sintomi molto persistenti, ha assunto un colorito tendente al giallo e le sclere molto scure, sintomi che si affievoliscono all'inizio del mese appunto quando per 15 gg prende l'augmentin. La domanda e' questa: questa ragazza cosa deve aspettarsi, si avvicina il momento di un eventuale trapianto? grazie anticipate dell'eventuale risposta. Angelo.
Dr. Fegato.com
Risposta di:
Dr. Fegato.com
Risposta
La decisione relativa al trapianto di fegato implica una valutazione globale della funzione epatica. Ciò non è possibile sulla scorta dei pochi dati che sono messi a disposizione nel quesito che ci pone. E’ necessario, per lo meno, poter disporre dei dati biochimici relativi ai valori ematici di bilirubinemia, albuminemia, tempo di protrombina, presenza di ascite o di encefalopatia. Inoltre è indispensabile conoscere la situazione delle vie biliari, eventualmente mediante esame colangioRM.
TAG: Epatologia | Fegato | Gastroenterologia | Medicina interna
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!