15-12-2003

La persona ha la cirrosi dall'anno 1991,

La persona ha la Cirrosi dall'anno 1991, ultimamente è stata ricovera per Epatite, ora il quadro CLINICO è buono ma ogni mattina deve fare una flebo di amminoacidi ramificati (conseguenza stati confusionali e agitazione)... la mia domanda: deve vivere sempre con questa flebo o oltre il trapianto ci sono altre soluzioni? grazie.
Dr. Fegato.com
Risposta di:
Dr. Fegato.com
Risposta
La terapia con fleboclisi di aminoacidi ramificati ha una sua giustificazione solo in casi selezionati e per una durata non superiore ai tre-quattro giorni. Pertanto, quale prevenzione di ulteriori episodi di encefalopatia epatica è più corretto seguire una dieta con poche proteine (poca carne, pesce, uova), assicurare una regolare funzione dell’intestino (eventualmente assumendo lattulosio o lattitolo per os), ed eventualmente aggiungendo alla terapia in corso antibiotici intestinali, quali la rifaximina per via orale. Purtroppo per la cirrosi epatica in fase avanzata, cioè con episodi di scompenso, non ci sono, attualmente, delle soluzioni terapeutiche alternative al trapianto epatico, nei casi in cui è possibile effettuarlo.
TAG: Epatologia | Fegato | Gastroenterologia | Medicina interna
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!