Lunedì scorso, verso le 14,00, ho pulito le orecchie con un nettaorecchie e appena finito, come faccio sempre, mi sono rinfrescato il viso e le orecchie con acqua, quindi mi sono asciugato, ma l'interno delle orecchie è rimastodi certo un po bagnato. Poi mio figlio mi chede di accompagnarlo fino ad un paese vicino; guida lui; tiene aperto il finestrino e prendo aria fredda alla parte sinistra della testa, quindi all'orecchio, alla cervicale. Ho pensato: sicuramente avrò male alla cervicale, ma per il resto della giorno non ho avuto alcun problema.Martedì mattina, appena alzato sento un rumore (huuuu...) nell'orecchio sinistro. Sono andato dal medico di base e mi ha prescritto l'aerosol con "PRONTINAL" (Beclometasone dipropionato) dicendomi che propbalmente è catarro. Dopo 4 giorni ancora non è passato.Ieri mattina vado dall'otorino che mi visita, mi fa le prove acustiche e mi dice che pare non cia sia catarro al timpano che forse è un prblema circolatorio , infatti mi chiede se ho problemi di pressione, che non ho, e mi prescrive mezza compressa al giorno di "B=ainic " ? non riesco a leggere bene e che ancora non ho iniziato.Ho ancora quel rumore, specialmente la mattina; e se metto il dito, agitandolo, nel padiglione dell'orecchio mi pare che dentro ci sia acqua: la stessa sensazione di quando in estate faccio il bagno nel mare e mi entra acqua nelle orecchie.Cosa devo fare ? Vi ringrazio e spero di aver descritto bene l'inconveniete.