Innanzitutto una delucidazione: definisco simile in quanto, sebbene alla prima vista dermatologica ricevuta mi sia stata diagnostica una forma di orticaria colinergica, in una seconda questa è stata smentita, senza però fornire alcuna ulteriore informazione. La malattia si protrae da circa un anno e mezzo, sebbene prima si presentasse in modo... Leggi di più lieve: rossore omogeneo su petto, pancia e schiena, talvolta anche collo e viso con prurito, ma decisamente sopportabile. Si presentava sollitamente durante i cambi di stagione.Nel tempo c'è stato un aumento di intensità, fino a subire un picco a marzo 2017: iniziano a manifestarsi i primi pomfi. Le macchie partono dal torso delle mani e talvolta dai piedi fino a diramarsi su tutto il corpo. La reazione si verifica nel caso avvenga un qualsiasi aumento della temperatura corporea e attualmente causa un fortissimo dolore, non più banale prurito. Quindi, qualsiasi forma di stress di lieve entità, che sia fisico o mentale, fa si che compaia la malattia. Assolutamente efficace la luce solare, che ne innesca la forma più dolorosa. Rinfrescarmi con acqua o ventilatori aiuta ma devo essere comunque in un ambiente fresco.Attualmente mi sono stati prescritti due antistaminici (Zirtec e Ayrinal) e un ansiolitico (Larex). Gli effetti si sentono: ora riesco a sopportare una temperatura di 25 gradi senza essere a contatto diretto con la luce solare e in condizione di quiete totale. Sono chiuso in casa da 3 mesi e raramente esco sera, in quanto è fresco ma non esenta fonti di stress. Due giorni fa ho dovuto percorrere circa 30 minuti in macchina, alle 19:00. Ho avuto l'esperienza più orribile della mia vita: dolore atroce e continuo accompagnato poi, dopo 10 minuti di agonia, dalla insensibilità a mani, viso e orecchie. Ho tentato di praticare attività fisica durante questo periodo, ma ne ho tratto solo dolore. Attualmente peso 9Kg in più rispetto al mio peso forma. Spero qualcuno mi possa aiutare perchè questa condizione è un qualcosa di invivibile. Grazie.