Mi chiamo Massimo ho 38 anni ho già scritto in precedenza, le scrivo per un problema di Miocardite acuta polimorfa. Sono un ex sportivo. Soffro di extrasistoli ventricolari da circa 4 anni non sono molto frequenti e le ho soprattutto quando sono sdraiato. In un holter è tata documentata anche una salve di tachicardia ventricolare di 6 battiti e 140... Leggi di più extrasistoli bbs/das (ne avevo già fatti altri dove c'erano solo extrasistoli singole). Gli esami che avevo fatto in passato eco, test ergonometrico, scintigrafia, tutti negativi fino a che in un centro di medicina sportiva nel 2003 mi hanno trovato lievi discinesie della punta e peratricuspidalica del Ventricolo destro. Ho fatto anche una risonanza magnetica; il referto confermava le lievi alterazioni cinetiche, ma non documentava alterazioni della distribuzione del tessuto adiposo e documentava cuore modicamente incrementato di volume. Agli ecocardiogrammi (ventricolo sinistro è sempre stato tra i 54 e 56 mm dal 1999 al 2003) mi hanno consigliato per ulteriori approfondimenti di andare a Padova per escludere una displasia aritmogena. All'ospedale di Padova mi hanno fatto di tutto. Eco: nella norma (nessuna discinesia), risonanza magnetica: cuore normale per morfologia e funzione non alterazioni del tessuto adiposo (e nessuna discinesia) si segnalava solo accentuata tabecolatura a carico di entrambi i ventricoli. Coronarografia: coronarie indenni, camere cardiache normali per funzione e morfologia. Potenziali tardivi: assenti; studio elettrofisiologico: protocollo di wellens fino a 3 extrastimoli della punta e dell'infundibulo: non induzione di tachicardia o fibrillazione ventricolare. Mappatura elettroanatomica del ventricolo destro: ventricolo testato in oltre 180 punti non si evidenziano bassi voltaggi indicativi di atrofia o sostituzione fibroadiposa, localizzato il focus dell'extrasistolia nella regione infero-settale media del ventricolo destro non si è proceduto all'ablazione per msncanza di extrasistoli spontanee durante la procedura. il referto di dimissione diceva extrasistolia ventricolare e nessun segno di cardiopatia sottostante e quelle lievi discinesie che mi avevano trovato in precedenza se anche ci fossero realmente non sono indicative di cardiopatia aritmogena vista anche l'età la malattia doveva essere in uno stato più vanzato e che comunque loro non le avevano trovate. La notizia negativa viene dalla Biopsia endomiocardica (di cui solo adesso ho avuto i risultati (sono passati 3 mesi): 4 frammenti di endomiocardio, 1 DEI QUALI PRESENTA FOCALE SOSTITUZIONE FIBROADIPOSA. SONO PRESENTI INOLTRE INFILTRATI FLOGISTICI ANCHE GRANULOCITARI FOCALMENTE ASSOCIATI A NECROSI, POSITIVI ALLA COLORAZIONE ICH PER CD45, CD45RO E CD43. INIZIALI FENOMENI DI ATTENUAZIONE E VACUOLIZZAZIONE DEI MIOCITI. DIAGNOSI: MIOCARDITE ACUTA POLIMORFA. SEGUIRANNO INDAGINI MOLECOLARI PER LA RICERCA DI SEQUENZE GENOMICHE VIRALI. MI HA TELEFONATO IL CARDIOLOGO PRIMA DI MANDARMI IL REFERTO DICENDOMI DI NON PREOCCUPARMI CHE NON ERA NULLA DI IMPORTANTE E CHE LE EXTRASISTOLI NON DIPENDEVANO DALLA MIOCARDITE PERCHE' LE HO DA 4 ANNI E SE AVEVO AVUTO UN'INFLUENZA PRIMA DI RICOVERARMI QUESTO E' VERO IN QUANTO CIRCA 20 GIORNI PRIMA AVEVO AVUTO LA FEBBRE NON ALTA CON UNA PICCOLA PLACCA ALLA GOLA E POI LA SETTIMANA DOPO HO AVUTO PER CIRCA 5 GIORNI (PRIMA DI ANDARE A PADOVA) UNO STRANO MALESSERE NON AVEVO FEBBRE PERO' STAVO MALE COME SE AVESSI AVUTO LA FEBBRE ALTA. VOLEVO SAPERE COSA NE PENSAVA E SE E' POSSIBILE CHE LE MIE EXTRASISTOLI INIZIATE 4 ANNI FA POSSONO ESSERE LA CAUSA DI UN'ALTRA MIOCARDITE VISTO CHE QUANDO ERO RICOVERATO A PADOVA STAVO BENE (EPPURE C'ERA UNA MIOCARDITE IN CORSO) E SE NE SONO ACCORTI SOLO DALLA BIOPSIA IN QUANTO TUTTO L'ELENCO DEGLI ESAMI CHE LE HO DESCRITTO ERANO NEGATIVI. QUALI ESAMI DEVO FARE ADESSO PER VEDERE SE C'E' STATO UN DANNO AL CUORE? SONO PASSATI 3 MESI. LE MIE EXTRASISTOLI SONO RIMASTE UGUALI A PRIMA, CI SONO PERIODI CHE NE HO MOLTO POCHE ALTRI CHE AUMENTANO E MOLTO SALTUARIAMENTE AVVERTO DEI BREVI RUN. CI SONO PARTICOLARI ESAMI DEL SANGUE PER VEDERE SE SONO SOGGETTO A QUALCHE VIRUS? PERCHE' ADESSO OGNI VOLTA CHE AVRO' LA FEBBRE COSA DEVO FARE RIPETERE ESAMI SU ESAMI PER CAPIRE SE MAGARI C'E' UN'ALTRA MIOCARDITE? UN'ULTIMA DOMANDA SUL REFERTO DELLA BIOPSIA C'ERA ANCHE SCRITTO CHE SU UN FRAMMENTO C'ERA ANCHE UNA FOCALE SOSTITUZIONE FIBROADIPOSA (LORO MI HANNO DETTO CHE E' UNA COSA CHE PUO' RIENTRARE NELLA NORMALITA' E POSSONO AVERLO PERSONE SANISSIME IN QUANTO UNA FOCALE SOSTITUZIONE FIBROADIPOSA DI UN SOLO FRAMMENTO NON INDICA DISPASIA ARITMOGENA. PER QUANTO RIGUARDA LO SPORT MI E' STATO CONSIGLIATO DI ASPETTARE ANCORA IN QUANTO AL CENTRO DI MEDICINA DOVE HO PORTATO TUTTI GLI ESAMI VOGLIONO CONTATTARE PROPRIO LA PATOLOGA CHE HA FATTO IL REFERTO PER CAPIRE MEGLIO. CORDIALI SALUTI.