Mi hanno diagnosticato Epatite cronica attiva C con Genotipo 4 nel 1989. Ho iniziato Terapia con Interferone Pegasys 180 +Ribavirina da tre mesi e già dopo il primo mese ero Hcv RNA negativo con un sensibile calo delle transaminasi. Ora a distanza di 3 mesi mi sono scese le piastrine a 86 e si sta valutando se ridurre il dosaggio di interferone a 135. Questo può diminuire la possibilità di buona riuscita della terapia? E se decidessi di continuare con il 180 che rischi corro? Grazie.