30-03-2008

Mia madre, 80 anni, soffre di ipertensione. (prima

MIA MADRE, 80 ANNI, SOFFRE DI IPERTENSIONE. (PRIMA PRENDEVA MATTINA 1 LOZASID- PRANZO 1 LERCADIP) ULTIMO MESE SI E' ALZATA E VA SU E GIU' (MINIMA SEMPRE NON PIU' DI 75- MASSIMA FINO A 185/190) E SEMPRE MAL DI TESTA. IL CARDIOLOGO HA CAMBIATO TERAPIA MATTINO 1 MICARDIS 80-1 LERCADIP-1 DIUREXIS SERA 1 MICARDIS 80 - 1 LERCADIP PER IL MAL DI TESTA NOVALGINA CURA INIZIATA DA UNA SETTIMANA LA MIA DOMANDA E': IO LA VEDO CONFUSA MENTALMENTE, SPAESATA , IL BRACCIO SINISTRO E' PESANTE E LA MANIPOLAZIONE SCARSA, E' MOLTO DEBOLE , DICE DI ACCUSARE ABBASSAMENTO DI VISTA; E' NORMALE? SONO PREOCCUPATA PRECISO CHE 4 GIORNI FA AL PRONTO SOCCORSO HA ESEGUITO TAC E ESAMI CUORE E RENI . TUTTO OK. GRAZIE
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
Gentile signora, il quadro clinico che Lei racconta è molto verosimilmente da riferirsi ad una ipertensione arteriosa sistolica (isolata) con segni di ipertensione endocranica. Non vorrei spaventarla ma la situazione è piuttosto seria e da trattare fino ad eliminare i sintomi neurologici che Lei riferisce. La TAC ci esclude solo lesioni malaciche o emorragiche macroscopiche. Deve essere tenuta sotto stretto controllo eventualmente anche con un monitoraggio presso rio delle 24 ore.
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato respiratorio | Malattie dell'apparato cardiovascolare
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!