01-03-2006

Mia madre di 73 anni soffre di: "ipertensione

Mia madre di 73 anni soffre di: "Ipertensione arteriosa F.A. persistente da alcuni mesi in p.2. sintomatica per cardiopalmo e dispuca. Dilatazione biatriale all'EO-IM moderata. Compenso Emodinamico non ottimale. Si imposta Terapia diuretica. Necessario iniziare terapia anticoagulante orale (rivolgersi al centro FAO di riferimento)." Non sono un medico ma ingegnere, potreste darmi qualche spiegazione in merito: cos'è in pratica? necessità e rischi di un intervento?
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
Significa che sua madre ha un vizio valvolare mitralico di entità moderata associato a una aritmia chiamata fibrillazione atriale. Per tale aritmia è stata impostata una terapia anticoagulante per ridurre i rischi di fenomeni embolici nel futuro. Potrebbe essere possibile (dopo qualche settimana di terapia anticoagulante) provare a ripristinare il ritmo normale con una procedura chiamata cardioversione elettrica. Tale procedura si esegue ambulatorialmente e richiede una breve anestesia (qualche secondo). Consulti il suo cardiologo per verificare se la dilatazione degli atri descritta all’eco non sia troppo avanzata da controindicare la cardioversione. Opportuni periodici controlli ecocardiografici per seguire il vizio valvolare e stabilire se e quando si imponga un intervento per cambiare o aggiustare la valvola mitralica.
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare