Mia madre di anni 67 con sospetta neoplasia delle vie biliari, (FEGATO NEI LIMITI PER DIMENSIONI E MORFOLOGIA, SENZA EVIDENTI LESIONI FOCALI. VIE BILIARI INTRAEPATICHE DISCRETAMENTE DILATATE DA Stenosi BREVE( CIRCA 1CM) E RIGIDA DELL'EPATICO COMUNE SUBITO AL DI SOTTO DELLA CONVERGENZA PRIMARIA, NELLA SEDE DELLO SBOCCO DEL DOTTO CISTICO. E' PRESENTE... Leggi di più IN TALE SEDE DEL TESSUTO SOLIDO INTORNO AL CISTICO E ALLA STENOSI EPATICA, CON SFUMATA IMPREGNAZIONE DOPO MDC. IL QUADRO E' DA RIFERIRE IN PRIMA IPOTESI A COLANGIOCARCINOMA. COLECISTI POCO DISTESA, LITIASICA. COLEDOCO A VALLE DI CALIBRO REGOLARE CON SABBIA BILIARE DECLIVE. MICROGRANULIA LINFONODALE ALL'Ilo EPATICO. PANCREAS, MILZA E SURRENI NEI LIMITI MORFOVOLUMETRICI SENZA EVIDENTI ALTERAZIONI DI SEGNALE. RENI NEI LIMITI PER DIMENSIONI E MORFOLOGIA. NON DILATAZIONE DELLE CAVITA' CALICOPIELICHE) questa la diagnosi iniziale della rmn, lo scorso 27 aprile viene sottoposta ad intervento chirurgico, di colecistectomia allargata con resezione delle vie biliari extraepatiche, anastomosi dell'ilo del fegato e dissezione linfonodale, più o meno questo è quello che disse il chirurgo dicendoci che si trattava di una patologia brutta ma che la cosa positiva era che il fegato non era stato intaccato...l'esame istologico ha dato la seguente diagnosi: 4 Linfonodi uno dei quali è sede di metastasi da ADENOCARCINOMAAdenocarcinoma moderatamente differenziato della colecisti con aspetto di tipo mucinoso, diffusamente infiltrante la parete del viscere a tutto spesore fino alla sierosa, presenta marcata desmoplasia, con scarsa flogosi cronica peritumorale. si rinviene lacerazione della sierosa con artefatti da elettrocuzione. i margini di exeresi duttale e il margine di exeresi radiale sono sede di infiltrazione neoplastica.Class AJCC2002, pT2 pN1 pMx G2 R2. Ora avrei bisogno di sapere che probabilità di sopravvivenza ci sono e che possibilità terapeutiche ci sono per questa tipologia di tumore ( mia madre ha una lieve insufficenza cardiaca) per una paziente che a detta del chirurgo " adesso è pulita"... grazie