10-02-2006

Mio marito sta assumendo da un anno e qualche mese

Mio marito sta assumendo da un anno e qualche mese 2 antivirali (adefovir e lamivudina). La Terapia con la Lamivudina era iniziata circa 2 anni fa (prima c'è stata l'assunzione di Interferone mal tollerata sia da un punto di vista psicologico sia da un punto di vista fisico - abbassamento globuli bianchi). Siamo sposati da pochi mesi e purtroppo abbiamo saputo solo da poco che mio marito non può avere figli: ovvero ci hanno sconsigliato di "procreare" perchè l'assunzione di tali farmaci può provocare malformazioni al feto. Vorrei sapere se le cose stanno effittivamente in questo modo, se ci sono studi a riguardo, quali sono le statistiche se ci sono. Infine vorrei sapere chi e quando avrebbe dovuto avvisarci di tale conseguenza: se ce lo avessero detto prima avremo potuto congelare il seme di mio marito prima dell'inizio della terapia con gli antivirali. Ci sono i presupposti per denunciare i medici coinvolti?
Dr. Fegato.com
Risposta di:
Dr. Fegato.com
Risposta
I farmaci che utilizza suo marito sono antivirali potenzialmente pericolosi per una eventuale procreazione. Pertanto, prudenzialmente, è da evitare una gravidanza. Questa informazione sarebbe dovuta essere fornita dai medici che per primi le hanno prescritto la terapia antivirale.
TAG: Epatologia | Fegato | Gastroenterologia | Medicina interna