Logo Paginemediche
  • Programmi
  • Medici
  • Salute A-Z
  • Per le aziende
L’ESPERTO RISPONDE

Nausea cronica

Buonasera, sono una ragazza di 22 anni. Scrivo perchè soffro di nausea cronica da più di due anni e mezzo ogni giorno con picchi più elevati dal momento dell'ovulazione fino al termine del flusso mestruale. Oltre alla nausea cronica soffro di periodi di stipsi alternati a dissenteria, perdita sporadica di sangue e muco nelle feci, dolori addominali, dolori dallo stomaco alla spalla, eruttazioni, salivazione copiosa e vertigini, dolori in punti precisi dell'addome quali ombelico e in alto a sinistra sotto le costole più o meno. Ho perso quasi 20 kg per questo. i sintomi sono iniziati dopo un trauma perciò mi sono fatta seguire da due psicologi che mi hanno spinta a continuare le ricerche mediche perchè non pensano sia un problema psicologico. sono allergica al cobalto e graminacee da quando ho iniziato a stare male e sono allergica a molte altre cose ma nonostante faccia una dieta molto attenta non miglioro per niente. ho fatto analisi del sangue breath test e gastroscopia (solo quest'ultima ha riportato dubbia ernia iatale, sangue in gola e schiuma in quantità elevate nello stomaco) ma per il resto tutto nella norma. ho preso molti farmaci per la cura di reflusso ulcere nausea gastrite e intestino irritabile ma nessun miglioramento. oltre a tutto ciò, soffro di emorragie incontrollabili durante il flusso mestruale, soffro di ciclo irregolare con dolori ingestibili e invalidanti e febbre. ho avuto anche perdite di sangue al di fuori del flusso mestruale. ho fatto analisi degli ormoni e va tutto bene tranne la prolattina che è un po' più elevata del normale ma poco. stavo pensando che potesse essere endometriosi: sbaglio???? e se cosi fosse, come potrei fare per scoprirlo? Vi ringrazio vi prego aiutatemi non so più a chi appellarmi
Risposta del medico
Specialista in Gastroenterologia e Ecografia
Mi pare opportuno escludere un'endometriosi. Consiglio a tale scopo esami ormonali ( Ca 125 e Ca 19,9) ed ecografia trans vaginale ( o RM) Occorre anche conoscere la storia clinica. Comunque consulta anche il ginecologo.
Risposto il: 10 Gennaio 2019
Unisciti ad una community di oltre 50mila persone per ricevere sconti esclusivi e consigli di salute dai nostri esperti.
Ho letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali