24-05-2006

Nel 2005 mese febbraio, mi fu riscontrata la

Nel 2005 mese febbraio, mi fu riscontrata la fibrillazione atriale: Prime cure iniziali atenololo rk 100 mg,più controllo inr. Dopo 15 giorni terapia con Dilatrend 25 mg. Il 28/10/2005 CARDIOVERSIONE elettrica; il ritimo sinusale ritornato normale, continuando la terapia con Sequacor 5 mg. Prima di tutto mi fu eseguita L'eCOCARDIOGRAMMA TRANSTORACICO. Purtroppo dopo 50 giorni è ripartita la fibrillazione atriale terapia sequacor 5 mg più controllo INR. Il 15/03/2006 Seconda CARDIOVERSIONE elettrica; il ritmo sinusale tornato normale, terapia SOTALEX 80 mg, prime settimana 1/2 c x 3 volte al giorno: Dopo 1 c alle ore8 1 alle 14 e 1/2 alle 20 più controllo INR. La terapia è abbastanza pesante per disturbi che crea "SOTALEX 80 mg. Ormai sono trascorsi circa 70 giorni : Vorrei inniziare a ridurre la terapia per arrivare dopo due mesi eliminare il tutto? Posso avere un vostro consiglio? Vi sarei molto grato in una risposta.IN questo momento mi sento benissimo. Ringraziandovi cordialmente TISONE B.
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
Immagino che la terapia con il Sotalex possa darle qualche disturbo. La riduzione o la sospensione potrebbe facilitare la ricomparsa della fibrillazione atriale. Decida lei. Lei dice che fa il controllo dell’INR e devo supporre che lei stia assumendo del Coumadin anche se non lo scrive. La terapia anticoagulante va continuata anche se rimane in ritmo sinusale, visto che ha già avuto una recidiva.
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!