08-12-2012

Occorre valutare la comorbilita' di asse II

Salve, avrei bisogno di un suggerimento sul fatto che ho mia mamma che soffre di deppresione ed è aggiunta al ritardo mentale. Mia mamma in questi tempi gli viene sempre di dormire sogna e grida, ed alcune volte non si risveglia e gli occhi li tiene chiuse e non mi parla bene, infatti certe volte penso che eè morta ma dopo che gli butto l'acqua in faccia lei si riprende. Ma mi spavento perchè credo che ha altro, infatti ci sono momenti che dorme sulla sedia senza motivo, gli parliamo e lei non mi capisce.Non rieco a capire il motivo, gli ho fatto dei analisi di sangue e ha tutto bene, ho fatto una tac e gli risulta: non alterazione tomodensitometriche del parenchima cerebrale e cerebellare con carattere di patologia. linea mediana in asse, sistema ventricolare nei limiti, ampliamento degli spazi sun-racnoidei su base atrofica. Avrei bisogno di avere un'informazione su cosa fare e come potrei aiutarla, a star un pò bene. Vi ricordo che mia mamma a solo 52 anni.
Risposta

Gent. Utente,

la situazione da lei descritta risulta di difficile interpretazione sulla base di quanto riferito, occorre indagare la paziente direttamente per differenziare un eventuale disturbo di personalita' di cluster b in comorbilita' col ritardo mentale e il disturbo dell'umore. Non e' da escludere che tale sintomatologia sia su base psicotica o demenziale.

TAG: Malattie psichiatriche | Psichiatria | Salute mentale