Buongiorno,scrivo per portare all'attenzione un problema che sono mesi che io e il mio partner dobbiamo affrontare. Il mio partner fin dalla nascita (a detta dei genitori e per familiarità) ha sempre avuto un sonno molto profondo. Nel vero senso letterale. Per svegliarlo al mattino, prima la famiglia e ora io, dobbiamo seguire dei "rituali" per... Leggi di più riuscire a farlo alzare. Chiamarlo, urlare, scuoterlo, non basta.. è immune ad ogni tipo di richiamo, anche se suono il telefono o il citofono lui non sente niente. Non risponde nemmeno al solletico o se gli si tappa il naso mentre dorme lui. Questo crea molto disagio a me e anche a lui, oltre che un pò di "paura", perchè nel caso succedesse qualcosa ho paura di non riuscire a svegliarlo. E il peggio, è che al momento del risveglio (anche se magari ha dormito 10 ore) accusa sempre di sentirsi stanco e debole..Oltre a questo, che mi creava già dei timori, da qualche mese a questa parte la situazione è peggiorata perchè ha cominciato a soffrire di enuresi notturna. Succede in media una/due volte per settimana e crea ancora piú disagio oltre che tensione fra noi. Ci siamo rivolti al medico di base, temendo qualche infezione o una specie di incontinenza, ma dopo aver prescritto gli esami del sangue, ci ha comunicato che erano perfetti e che il mio ragazzo era sano come un pesce.Allorchè abbiamo sperato che la situazione si risolvesse da sola. É andato tutto bene per un paio di settimane. Finchè ai sintomi già descritti si è aggiunto il sonnambulismo (secondo me causato dallo stress, dato che negli attacchi parla solo di lavoro). Oltre a parlare e fare veri e proprie conversazioni quasi ogni notte, a volte succede che si alzi e vaghi per casa e che tentando di aiutarlo a tornare a letto si metta sulla difensiva e alzi le mani. La situazione al momento è veramente pesante, oltre che per lui, anche per me dato che, oltre al disagio e alla tensione creatasi, sono mesi che non dormo una notte di fila senza che succeda qualcosa.Dottori questi sono i nostri problemi. Vi chiediamo di darci un parere e/o un consiglio su come comportarci e affrontare questa questione. Ringraziamo anticipatamente!