Buonasera dottore,mio padre nel 1994, dopo un infarto ha subito un intervento con 5 bypass. Oggi a distanza di 23 anni, nonostante si sia sottoposto periodicamente a controlli, coronografie e angioplastiche è giunto ad avere solo uno dei 5 bypass ancora aperti mentre gli altri si sono richiusi.Premetto che mio padre non è diabetico nè obeso ma ha... Leggi di più delle coronarie geneticamente " contorte e fragili". Ha subito il primo intervento all'età di 43 anni e oggi ne ha da poco compiuti 66.Abbiamo continuato e portato al massimo la cura farmacologica.Abbiamo provato per alcuni anni un farmaco sperimentale vasodilatatore ma siamo giunti al risultato prima detto. ad oggi, dopo nuova coronarografia ci è stato prospettato come ultimo appiglio un reintervento in quanto è stato individuato un nuovo vaso probabilmente utile a rifare il bypass.Ci sono stati illustrati gli enormi rischi del reintervento, dalle semplici aderenze al fatto che il vaso individuato in coronarografia non sia idoneo a bypass ma ci è stato anche fatto presente che restare così non dà grandi aspettative di vita. A questo punto, scusandomi con lei per il linguaggio poco medico le chiedo quali sarebbero i vantaggi egli svantaggi in questa situazioneGrazie