Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

07-03-2013

Riprenda la terapia a base di ssri a dosi congrue

Gentilissimi MediciMi chiamo Marco ed ho 46 anni. Premesso che da parecchi anni soffro di disturbi d’ansia tenuti a bada attraverso cicli di psicoterapia e psicofarmaci quali ansiolitici e antidepressivi SSRI. Da qualche anno accuso una sintomatologia diversa tipica da stress più che ansia. Mi sento spesso nervoso e incapace di gestire le pressioni esterne soprattutto nel mio ambiente lavorativo dove svolgo mansioni operative e quindi sempre sotto stress. Sono spesso di umore basso ma non direi depresso. Ciò che mi preoccupa molto è che alle volte, sotto pressione, è come se andassi in tilt, mi sembra di impazzire e devo distaccarmi da tutti per riequilibrare la mia mente. Inoltre mi capita spesso di alterarmi molto quando affronto un dialogo sino ad avere quelle brutte sensazioni descritte prima. Ne ho parlato con il mio neurologo e la mia psicoterapeuta i quali attribuiscono il tutto alla mia nevrosi d’ansia suggerendomi i soliti esercizi mentali associati a mezza compressa di xanax da 0,5 2 volte al dì senza avere alcun miglioramento. Da qualche giorno ho anche smesso di fumare perché anche la sigaretta mi creava una brutta eccitazione. Più che star male mi sento preoccupato per questa sintomatologia che vedo molto estranea dato che sono stato sempre una persona molto calma, riflessiva e cordiale con tutti. Grazie anticipatamente
Risposta

Caro paziente,

sarebbe opportuno aggiustare la dose di ssri.

Cordiali saluti

TAG: Malattie psichiatriche | Psichiatria | Salute mentale
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!