21-09-2012

Salve, dopo aver letto il vostro articolo, ho

Salve, dopo aver letto il vostro articolo, ho avuto proprio il bisogno di chiedervi un consiglio. Mio marito di 52 anni, da un anno circa rispecchia proprio la vostra descrizione di demenza senile. Prima ha trascorso mesi dormendo continuamente, poi ora da circa 3 mesi dorme pochissimo. E' irritabile, sembra che non sappia fare le cose più elementari, si scorda le strade e spesso gli debbo ripetere più volte le cose e sembra che neanche mi capisca! Lui ha sempre sofferto di un disturbo della memoria sin da giovane, cioè non si ricorda mai nulla e tutti i suoi fratelli sono cosi e sua madre pure. Ma ora è diventato una cosa impossibile. Ne ho parlato con il mio medico di famiglia e anche secondo lui sembrerebbe un inizio di demenza ma mio marito NON vuole assolutamente sottoporsi a tac o risonanza. NOn esistono altre analisi che io posso fargli fare senza che lui lo capisca? come posso aiutarlo? Grazie.Cordiali saluti.
Risposta di:
Dr. Pietro De Domenico
Specialista in Neurologia e Psichiatria
Risposta

Prima di una TC o una RM sarebbe opportuno che suo marito si sottoponesse ad un esame neurologico e psichiatrico clinico. Sarà poi lo specialista ad indirizzare su eventuali esami strumentali e/o su un esame psicodiagnostico che possa effettivamente quantificare l'eventuale deficit cognitivo. In ogni caso 52 anni non è un'età in cui si può pensare alla demenza "senile", ma eventualmente ad un'altra forma degenerativa.

TAG: Malattie neurologiche | Neurologia