L’ESPERTO RISPONDE

Salve dottore, qualche giorno fa le scrivevo del

Salve Dottore, qualche giorno fa le scrivevo del mio disturbo e lei molto gentilmente mi ha dato ottimi consigli. Ad oggi però la situazione è cambiata perchè ho iniziato a sanguinare. Leggendo su internet ho appreso che forse il Proctolyn non va bene per le emorroidi sanguinanti. Volevo un suo consiglio. Mi sento molto meglio ma ho paura di... Leggi di più sbagliare. Grazie mille!DomandaSalve Dottore, sono una donna di 30 anni, purtoppo ho un lavoro sedentario che mi costringe a stare sempre seduta e forse anche per questo che ieri si è presentata una grossa emorroide esterna. E' di colore violaceo grande quanto una caramella. Naturalmente è molto dolorosa. Sto applicando del ghiaccio 3 volte al giorno e subito dopo la Proctolyn pomata. Sto anche prendendo Fluven compresse. Vorrei sapere se la terapia è corretta e quanti giorni ci metterà a passare il dolore perchè nel fine settimana devo partire per l'estero e non vorrei trovarmi lì in questa situazione. Grazie mille!RispostaIl quadro descritto è riconducibile ad una trombosi emorroidaria e la terapia da lei attuata è corretta ad eccezione dell'uso del ghiaccio che deve essere sostituito con impacchi caldi. Il freddo infatti aumentando il tono dello sfintere interno riduce il ritorno ematico ed aumenta, dopo una prima fase di benessere, il dolore. La guarigione può richiedere pochi giorni per la scomparsa del dolore e un periodo anche di un paio di settimane per la scomparsa della tumefazione emorroidaria. Che, però, non mette a rischio il suo programma.Buon viaggio!

Risposta del medico
Specialista in Gastroenterologia e Chirurgia dell'apparato digerente

Mi scuso per il ritardo, ma ero fuori Roma e senza computer a disposizione.Il sanguinamento è un altro dei sintomi della malattia emorroidaria.Non c'è dunque da allarmarsi. Tutti questi sintomi sono strettamente correlati ad una situazione anatomica (il prolasso mucoso o a tutto spessore del retto) che è presente nel 50% della popolazione. Fortunatamente, però, solo un 5% della popolazione soffre per un prolasso sintomatico. Questo sembra essere... Continua il suo caso. L'unica vera soluzione ai suoi problemi sembra essere l'intervento chirurgico, che non è più quello di 20 anni fa gravato da una sintomatologia dolorosa post-operatoria elevatissima, naturalmente previa una corretta valutazione proctologica. La terapia del sanguinamento emorroidario è diversa, in quanto un farmaco come il Fluven, da lei usato in precedenza, riducendo anche se modestamente la coagulabilità ematica, può accentuare il sanguinamento. Preferibili vasoprotettori (Arvenum, Daflon) e l'uso di uan pomata non cortisonica, ma a base di acido jaluronico.Rimango a sua disposizione.

Unisciti ad una community di oltre 50mila persone per ricevere sconti esclusivi e consigli di salute dai nostri esperti.
Ho letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali
articoli correlati
Combattere il mal di mare: come fare?
Combattere il mal di mare: come fare?
3 minuti
Paralisi decisionale, perché non riusciamo a scegliere?
Paralisi decisionale, perché non riusciamo a scegliere?
2 minuti
Come si cura la fibromialgia?
Come si cura la fibromialgia?
2 minuti
Blue Monday, i consigli per superare il giorno più triste dell’anno
Blue Monday, i consigli per superare il giorno più triste dell’anno
2 minuti
Unisciti ad una community di oltre 50mila persone per ricevere sconti esclusivi e consigli di salute dai nostri esperti.
Ho letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali
Cerca un medico nella tua città
Specialista in Chirurgia generale
Brescia (BS)
Specialista in Colonproctologia e Chirurgia dell'apparato digerente
Cantù (CO)
Contatta il migliore specialista nella tua città
Specialista in Gastroenterologia e Chirurgia generale
Messina (ME)
Specialista in Colonproctologia e Gastroenterologia
Milano (MI)
Specialista in Gastroenterologia e Chirurgia dell'apparato digerente
Endine Gaiano (BG)
Contatta il migliore specialista nella tua città
Specialista in Chirurgia generale e Gastroenterologia
Prov. di Siena
Specialista in Chirurgia generale e Gastroenterologia
Roma (RM)
Specialista in Gastroenterologia e Chirurgia generale
Lecce (LE)
Specialista in Gastroenterologia e Chirurgia generale
Prov. di Roma
Specialista in Chirurgia generale e Gastroenterologia
Prov. di Novara