Logo Paginemediche
  • Programmi
  • Medici
  • Salute A-Z
  • Per le aziende
L’ESPERTO RISPONDE

Salve dottore, sono una giovane donna di 36 anni,

Salve Dottore, sono una giovane donna di 36 anni, sono venuta a conoscenza di essere affetta da hcv+ nel 1995 in occasione della mia prima gravidanza. Da allora ho eseguito le analisi del Sangue ogni 6 mesi riportando valori delle transaminasi regolari, tranne in 3 occasioni in cui erano lievemente sopra la norma, tuttavia l'esame RNA si è sempre rivelato positivo. Recentemente ho eseguito l'esame hcv-rna quantitativo e hcv-rna genotipo, riportando una viremia quantitativa 31921 e Genotipo 1a. Le chiedo se è il caso di prendere in considerazione una eventuale terapia. Cordiali Saluti.
Risposta del medico
Dr. Fegato.com
Dr. Fegato.com
Le consiglio di prendere in considerazione la terapia con interferone e ribavirina, soprattutto alla luce della sua giovane età e del fatto che alcune volte i valori di aminotransferasi sono risultati alterati. Utile comunque che si sottoponga in via prioritaria ad un esame bioptico epatico che possa stabilire l’entità dell’infiammazione epatica.
Risposto il: 26 Aprile 2005
Unisciti ad una community di oltre 50mila persone per ricevere sconti esclusivi e consigli di salute dai nostri esperti.
Ho letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali