Leggi anche:
L'elettrocardiogramma è la registrazione grafica dell'attività elettrica del cuore durante il suo funzionamento raccolta per mezzo di elettrodi.
04-02-2006

Salve, mi chiamo alex ed ho 32 anni. circa tre

Salve, mi chiamo Alex ed ho 32 anni. Circa tre anni fa, sulla base di alcuni dolori al torace, mi sono sottoposto ad ECG Holter (negativo) ed Ecocardiogramma color doppler (negativo). Su consiglio del cardiologo che ha effettuato l'eco, essendo uno sportivo non agonista (corro 3-4 volte alla settimana per circa 15 km a volta), ho effettuato un ECG da sforzo, negativo durante lo sforzo, nel quale è risultata un'alterata ripolarizzazione in inferiore ed anteriore a riposo. Nel sottopormi a visita per idoneità sportiva agonistica circa 1 anno fa, il medico dello sport ha notato tale alterazione, e non mi ha dato l'idoneità fino a che non a visto l'eco effettuata due anni prima. Questo fatto ha acceso in me un campanello di allarme, anche se il mio medico dice che è tutto a posto. In effetti ho spesso (più a riposo o dopo lo sforzo che durante) un Dolore al torace (penso si tratti di un dolore intercostale) sinistro, potrebbe trattarsi di una pericardite? E' consigliato qualche ulteriore controllo? Grazie.
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Le alterazioni dell’elettrocardiogramma a riposo, magari presenti da molto tempo in effetti possono tranquillizzare in modo spesso importante circa l’assenza di una malattia rilevante. Tuttavia l’entità delle alterazioni può offrire delle informazioni e suggerire ulteriori indagini. L’ecocardiogramma è una tecnica importante per mostrare o escludere alcune patologie. Altre sono meglio valutabili con altre tecniche. Nel suo caso potrebbe essere utile sottoporsi ad una Risonanza Magnetica del cuore. Tale esame è in grado di dimostrare anche piccole alterazioni a carico del muscolo cardiaco e del pericardio. Vorrei comunque tranquillizzarla sul fatto che le indagini eseguite sono tutte valide e dimostrano inequivocabilmente che una patologia significativa non è presente. In ogni caso qualunque cosa causi le alterazioni elettrocardiografiche non le impedisce di svolgere attività sportiva come anche indicato dal Medico Sportivo.