23-05-2006

Salve, nel 1998, a seguito di coliche al fegato mi

Salve, nel 1998, a seguito di coliche al fegato mi hanno diagnosticato che ho una colicestomia colestatica. Da tale data sono stata curata con enzimi pancreatici e sali biliari a cicli periodici. Adesso a seguito nel normale controllo annuo, lo stato è cambiato, l'ecografia mostra colecisti con pareti di spessore regolare contenente piccole formazioni litiasiche, mentre gli indici del sangue sono alterate il colesterolo totale a 204, bilirubina totale a 1,24, indiretta a 0,97; alt a 54 e ggt a 74. Il medico adesso consiglia l'intervento di asportazione della cistifellea, Voi cosa nè dite? una cura omeopatica può evitare l'intervento? Grazie. ST. 59
Dr. Fegato.com
Risposta di:
Dr. Fegato.com
Risposta
Se sono presenti episodi di colica biliare allora è certamente consigliabile l’intervento di colecistectomia. In assenza di disturbi, si consiglia di effettuare solo terapia medica con acidi biliari (UDCA) e controlli semestrali.
TAG: Chirurgia | Chirurgia generale | Epatologia | Fegato | Gastroenterologia | Medicina interna | Trapianti
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!