27-02-2006

Salve sono maschio, 41 anni alt 182 peso 77, da un

Salve sono maschio, 41 anni ALT 182 peso 77, da un po' di tempo "convivo con una tachicardia Sinusale" che mi dà parecchio fastidio anche perche' a volte ho dolori al petto con associati stati di agitazione. Ho fatto vari esami cardiologici Holter, Elettrocardiogramma esami sugli ormoni tiroidei, ma sembrerebbe tutto a posto, posso fare qualche altra indagine o mi devo rassegnare a convivere con questa situazione? grazie.
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
Si parla di tachicardia sinusale quando il numero di battiti al minuto è superiore a 100. La tachicardia sinusale non è una condizione patologica in sé, ma in genere è sostenuta da altre patologie, di origine cardiaca o extra-cardiaca. Nel suo caso gli accertamenti cardiologici sono normali, pertanto bisognerebbe ricercare cause extra-cardiache. Escludendo la tiroide (normale nel suo caso), potrebbero essere causa di tachicardia sinusale la presenza di anemia, di bassi valori di pressione arteriosa, di uno stato infiammatorio o di un eccessivo consumo di sostanze stimolanti come caffè, te’, fumo o farmaci che stimolano il sistema simpatico (anche sotto forma di spray). Correggendo queste condizioni si potrebbe normalizzare anche la frequenza cardiaca. Se non venisse identificata nessuna di queste cause, si potrebbe pensare ad una tachicardia dovuta ad un aumento della frequenza di scarica del normale segnapassi elettrico del cuore. In questo caso potrebbe essere indicata la terapia beta-bloccante per ridurre la frequenza cardiaca.
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!