25-08-2012

Salve, sono un giovane di 19 anni ed ho una ragade

Salve, sono un giovane di 19 anni ed ho una ragade all'ano. I primi tempi perdevo molto sangue e provavo molto dolore sia durante l'evacuazione, sia dopo. Ora riesco a limitare i danni, evitando la riapertura della ragade perdendo molto tempo per evacuare. Sono stitico e ho provato a riequilibrare la mia dieta ma niente di diverso accade. Il problema è : come risolvere il tutto?? A Marzo partirò per l'Esercito Italiano e lì non so come andrà...se avrò il tempo per evaquare in tutta calma come faccio ora. So che c'è la chirurgia a riguardo ma sinceramente ho un pò paura. Aiutatemi e delucidatemi, Grazie
Risposta di:
Dr. Claudio Toscana
Specialista in Chirurgia dell'apparato digerente e Gastroenterologia
Risposta
Bisogna innanzi tutto distinguere tra kle ragadi acute e quelle croniche. Il tipo di terapia e le prospettive di guarigione cambiano. Nelle forme acute una corretta alimentazione, la regolazione dell'alvo ed una appropriata terapia possono dare ottimi risultati. Nelle forme croniche la terapia locale può essere inefficace e si rende allora necessario l'intervento chirurgico. E' chiaro che l'impegno militare di marzo rende necessaria una rapida e corretta valutazione della sua situazione in modo da prendere i provvedimenti più opportuni.
TAG: Chirurgia generale | Gastroenterologia