Salve,sono un ragazzo di 24 anni vorrei sapere il vostro parere riguardo la mia situazione che da ormai nove mesi non mi fa vivere bene. Premetto che ho sempre avuto paura di tutte le patologie che interessano il cuore,ma sono sempre riuscito a controllare questa debolezza; fino a quando nove mesi fa un mio amico della mia stessa età é morto per... Leggi di più Arresto cardiaco. Da quanto so lui non aveva sintomi e per questo non aveva mai fatto controlli specifici. Il punto è che da quel tragico giorno non vivo più come prima e ho sempre paura che il mio Cuore si fermi improvvisamente; tutto questo è rafforzato da alcuni sintomi che avverto e che mi terrorizzano. Questi sono: strani battiti al cuore come se tra battiti normali uno fosse più forte e più avvertibile degli altri, strane sensazioni come di indurimento nella zona dove l'omero sinistro si articola alla scapola, delle strane palpitazioni (come se ci fosse qualcosa sotto cute che palpita) che durano dai 10 ai 20 secondi e che avverto nel torace di sinistra, ma che a volte si verificano anche in altre parti del corpo come: bicipite destro, torace di destra e a volte anche in viso, queste non comportano mai una modificazione del battito cardiaco (ho provato a sentirmi il polso mentre le avvertivo) ma mi spaventano perchè mi vengono specialmente alla mattina quando mi stiracchio e quando faccio determinati movimenti tipo mettermi la cintura in macchina ma anche in altri momenti della giornata le avverto. Infine, ultimamente, ogni tanto sento dei dolori non forti allo sterno che passano per qualche minuto se faccio un respiro profondo ed espiro dalla bocca e che terminano spontaneamente dopo qualche ora.Tutti questi sintomi non comportano mai difficoltà di respiro o vertigini o altre cose, mi fanno venire solo una grande paura e angoscia. Da febbraio a oggi ho effettuato i seguenti esami: esami del sangue, visita cardiologica e elettrocardiogramma, holter,ecocardiocolordopler e raggi all'apparato digerente; l'holter ha rivelato una extrasistole sopraventricolare in 24 ore e no pause, l'ecocardiocolor un inginocchiamento lieve di un lembo della valvola mitralica ma nessun reflusso, mentre i raggi una lieve gastrite tutti gli altri esami erano ok.Il mio medico di base dice che non ho niente al cuore e di stare tranquillo dice che non occorre fare altri esami e mi ha detto di prendere se ne ho bisogno 4/5 gocce di EN,inoltre mi ha messo in contatto con una neurologa la quale mi ha detto che non ho niente al cuore e che non trova conveniente usare dei farmaci contro l'ansia in quanto devo essere io a vincere la paura che tenevo repressa e che la morte del mio amico ha scatenato.Io non so piu cosa fare vorrei che tutto mi passasse anche perchè questo si ripercuote anche sulla mia vita sportiva (gioco a calcio) e se prima andare a giocare era allegria ora è paura che sia l'ultima volta;non ho mai avvertito nulla sotto sforzo ma non riesco più a concentrarmi sulla partita perchè penso che potrebbe venirmi qualcosa di tragico; anzi alcune volte mi sono venuti degli attacchi di panico (secondo il dottore) mentre giocavo ;è come se non riuscissi a deglutire perchè ho qualcosa in gola e questo mi fa salire il battito e calare il fiato, ma anche questi sintomi sono passeggeri dopo qualche minuto scompaiono da soli. Quello che voglio chiedere è; ma siamo sicuri che sia solo Ansia e non qualcosa di cardiaco?(Nella mia famiglia nessuno soffre o ha mai sofferto di cuore solo mio papà è in cura per la pressione alta)E se tutto fosse dovuto all'ansia non c'è un modo per eliminarla definitivamente?I sintomi che avverto sono cardiaci o di origine emotiva?Non so più cosa fare non vivo più bene e gradirei sapere il vostro parere in merito al mio caso.Mi scuso se sono stato prolisso e noioso.Cordiali saluti