Logo Paginemediche
  • Programmi
  • Visite
  • Salute A-Z
  • Chi siamo
  • MediciMedici
  • AziendeAziende
L’ESPERTO RISPONDE

Salve, vorrei chiedere informazioni in riguardo

Salve, vorrei chiedere informazioni in riguardo alla mia patologia: Cardiopalmo. Due episodi anginosi (febbraio e maggio)- Visita specialistica: pressione arteriosa omerale in mm Hg: 115/80; soffio sistolico 1/6 alla punta, respiro aspro diffuso - Elettrocardiogramma: Ritmo: sinusale; frequenza 88; asse elettrico dev. a sx; Blocco focale di branca destra. Prevalenza ventricolare sinistra .. Ecocardiografia TM 2D e color Doppler: Ventricolo sinistro con ipertrofia prevalentemente settale di grado moderato/severo (SIV 18mm), non determinante ostacolo dinamico all'eflusso a riposo. Cuspidi aortiche e lembi mitralici ispessiti, mobili. Al doppler unsufficienza mitralica di grado lieve moderato/severo e tricuspidale lieve. PAPs 35 mmHg. Inversione del rapporto E/A da alterato rilasciamento diastolico ventricolare sinistro. Pericardio virtuale. Holter: monit. per totale 23.01 ore... tempo totale analizzato 22.48 ore = totale battiti: 130205 (2,02% battiti Ventricolari; frequenza card, media: 95 (mass. 183; min 60; ectopici ventricolari 2635 (singoli 2631) coppie 2; ectopici sopraventicolari 3 singoli... non alterazioni del tratto ST... in seguito a questa analisi il cardiologo mi ha prescritto il CARDIOFENONE 150mg, 2 volte al dì (peso 47 kg) ho preso fino ad oggi le prime 4 pillole, ma non intendo continuare perché già dalla prima dose mi ha fatto stare malissimo... e vero che le aritmie sono migliorate moltissimo, anche salendo le scale, ma gli effetti collaterali che sento sono così sgradevoli (nausea, torpore, dolore al petto a sinistra quando cammino veloce, sudorazione e rossore in viso, sensazione tattile addormentata nella guancia sinistra, umore quasi "da suicidio".. nel senso che mi fa sentire come un vegetale che cammina! e oggi, alla quarta dose mi è venuta anche una crisi respiratoria, che per fortuna a 10 ore dall'ultima dose sta passando) che preferisco tenermi l'aritmia.... rischio un infarto, se non prendo alcun medicinale? esiste un alternativa alla cura farmacologica? o posso continuare a vivere così tranquillamente senza alcun rischio specifico (sopportando l'aritmia).Inoltre vorrei sapere se posso andare tranquillamente incontro a un'anestesia totale (sono in attesa di un intervento chirurgico non inerente al cuore). In attesa di una Vostra gentile risposta, colgo l'occasione per inviarvi cordiali saluti -
Risposta del medico
Paginemediche
Paginemediche
manca forse qualche informazione sull’eco, in quanto non si capisce di che grado è l’insufficienza mitralica e se vi è una stenosi aortica; ciò è importante per capire di quale origine è l’ipertrofia ventricolare sinistra (cardiomiopatia ipertrofica o secondaria a stenosi aortica? Comunque se non tollera il propafenone, non deve assolutamente prenderlo. Lo dica al suo cardiologo che sicuramente saprà consigliarla su qualche farmaco alternativo. Verosimilmente si può giovare dei betabloccanti.
Risposto il: 21 Dicembre 2007
Unisciti ad una community di oltre 50mila persone per ricevere sconti esclusivi e consigli di salute dai nostri esperti.
Ho letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali